La città dei gatti

Domenica 17 febbraio è stata istituita la Giornata Nazionale del Gatto, dedicata a tutti gli amanti del mondo felino. Per l’edizione 2019 torna per il secondo anno consecutivo La Città dei Gatti, la rassegna dedicata alla cultura felina con mostre, concerti, rassegne e incontri letterari a tema organizzata a Milano, Roma e Fiesole.

La Città dei Gatti inizia in anticipo, domani 16 febbraio con un’anteprima dedicata al rapporto tra cinema e gatti presso la sala Medicinema dell’Ospedale Niguarda con una minirassegna organizzata in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana di Milano anticipata da un incontro con esperti catofili ed etologi. Si prosegue poi con il grande evento d’apertura domenica 17 febbraio, ore 17.00, presso WOW Spazio Fumetto con l’inaugurazione della mostra “100 di questi Felix” dedicata ai 100 anni di Felix The Cat.

Poi il 24 febbraio ci sarà Concerto in Miao del 24 febbraio presso WOW Spazio Fumetto che propone un insolito programma formato da duetti e brani musicali ispirati ai gatti e composti da grandi compositori come Mozart, Rossini e Ravel, fino alle proiezioni presso il Crazy Cat Cafè ai laboratori di disegno, i contest fotografici, gli incontri con veterinari ed etologi: tanti eventi da non perdere all’insegna della felinità. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

I gatti, si sa, sono molto più strategici dei cani (ingenui che pensano solo all’amore per i padroni), i nostri amici felini non si accontentano solo della Giornata del gatto, hanno tramato per avere di più, infatti la loro festa con celebrazioni annesse, dura un mese fino al 17 marzo. E in questo periodo i mici prendono il potere con ubiquità, sono usciti anche parecchi libri dedicati a loro.

Che cosa succede se un gatto si appassiona alla musica e impara perfino a suonare il pianoforte? Lo racconta Concerto, protagonista di questa favola delicata e ironica è Manrico, un felino decisamente fuori dal comune che vive in una famiglia dove si respira musica: papà suona la chitarra, mamma le percussioni e Riccardo, il figlio, si esercita con il violino.

Un giorno a casa approda un pianoforte e il gatto Manrico ne è subito incantato. Diventa un pianista provetto e, quando scopre dei topolini nascosti in salotto che hanno messo in piedi una band, gli viene un’idea: organizzare un grande concerto in piazza coinvolgendo tutti i musicisti del quartiere per trasformare il “parco” in un grande “palco” a cielo aperto.

Un altro libro invece rivela il segreto del successo dei gatti.
Fin dall’antichità addomesticano gli umani piegandoli ai loro bisogni e desideri. Si fanno venerare come dei, servire, educano gli umani al loro superiore buon gusto, si dimostrano empatici ma solo per ottenere di più. L’albo Addomestigatti racconta tutto ciò, con una carrellata di situazioni teneramente graffianti in cui chiunque ami i gatti si riconoscerà.