Giveaway di Belle senza paura

56

Mi piace truccarmi e da sempre spendo un sacco di soldi nei cosmetici.
Ma forse cambierò abitudini e riparmierò infatti ho appena letto Belle senza paura un saggio, scritto dalla giornalista inglese Dawn Mellowship, che racconta cosa si nasconda dietro ai prodotti che usiamo quotidianamente per la cura di viso e corpo e, nonostante la rassicurazione del titolo, mi sono terrorizzata. Questo libro svela tutta la chimica che si trova in cosmetici e detergenti e c’è poco da stare tranquilli.
Alcune diciture che dovrebbero essere rassicuranti come “ipoallergenico” e “dermatologicamente testato” sono in verità totalmente prive di senso, infatti è come scrivere su un pacchetto di biscotti “commestibili”.
Per vendere ci prendono in giro alla grande.
Tre anni fa mi è venuta una brutta irritazione nella zona perioculare dovuta probabilmente all’uso di un contorno occhi che mi aveva fatto venire due palpebre rosse, gonfie e rugose peggio di quelle di uno stegosauro.
Infatti molti ingredienti usati sono tossici, procurano allergie e dermatiti, aggravano le condizioni di chi soffre d’asma, possono avere effetti molto nocivi in gravidanza e i peggiori sono anche potenzialmente cancerogeni. Ci sono le liste dei nomi più pericolosi (difficili da distinguere perchè tutti molto simili e con diciture chimiche parecchio ostiche da ricordare) e ho cominciato a cercarli sulle etichette dei prodotti che ho in bagno. Purtroppo ne ho trovati alcuni come, ad esempio, gli orridi parabeni, conservanti molto comuni nei prodotti per capelli.
Così il mio balsamo al mango Klorane è finito nella pattumiera. Poi ho buttato la lacca, sempre e comunque tossica (e senza la quale si vive benissimo), uno struccante per occhi dell’Oréal e uno shampo per ravvivare i capelli biondi di Anita marca John Frieda, conteneva “cocamide mea”.
Infatti l’ho coinvolta nell’indagine: lei leggeva le etichette e io controllavo sul libro.
“Veleno pirapacchio”
“Qui c’è”
“Butta!”
“Velenissimo super tossico”
“C’è anche quello”
“Butta!”
“Ma è la mia crema preferita!”
“Butta lo stesso!”
Insomma un pomeriggio di puro terrore.
Poi abbiamo smesso, perchè comunque gli ingredienti tossici sono ovunque, moltissimi, come è risaputo alla grande anche nei detersivi e quindi alla fine ho deciso che la strategia giusta è quella di usare veramente meno prodotti possibile, scegliendo quelli più naturali. Anche qui però il libro mette in guardia perchè anche le diciture “bio” servono a incrementare le vendite. Sono spesso una truffa e quindi bisogna stare all’occhio.
Addirittura l’autrice del libro come brand veramente naturale al 100% salva solo un’oscura marca inglese.
Per spaventare anche voi (è sempre bello condividere!) anzi no, per rendervi consapevoli e aiutarvi a boicottare le marche più truffaldine ho deciso di mettere in palio “Belle senza paura” come giveaway, le regole sono sempre le solite: lasciate un commento, linkate post e immagine sulla barra laterale del vostro blog o su FB….e buona fortuna!
Scadenza martedì 13 settembre.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Related Posts

56 Replies to “Giveaway di Belle senza paura”

  1. Partecipo a questo giveaway, penso che sia una lettura molto interessante! Ho sharato il link su FB

  2. ma c’e’ da fidarsi del libro, o l’autrice e’ la proprietaria ( o amica della proprietaria) dell’oscura marca inglese naturale al 100%? 😉

  3. Si però se smetto di usare le mie cremine antirughe,il mio shampetto volumizzante, i miei trucchi (di vera magia, vista la trasformazione del viso prima e dopo) non vorrei ritrovarmi “Brutta da paura”! No non me la sento.
    Stefania mamma di Vittoria

  4. Fatto!!! Postato immagine e link sulla barra laterale del mio blog … quoto i timori di Stefania, ma partecipo lo stesso…

  5. Ringrazio tutte per la partecipazione!
    Stefania
    mi hai fatto molto ridere!
    Eligraphix
    condivido anch’io le paure tue e di Stefania, però avevo proprio troppa roba anche inutile così un po’ ho smaltito. Certo che oramai il tempo “dell’acqua e sapone” è passato!!!!

  6. hai ragione è una ricerca angosciante ma quando cominci nn smetti più. poi passi a quello che mettono dentro ai cibi confezionati e ti viene da vomitare. poi capisci cosa fanno i detersivi e trovi alernative e ammorbidenti e affini….io x i prodotti mi fido abbastanza di lush, nn so se conosci la marca, anche se, ormai siamo immersi nei veleni

  7. Lo conosco!
    Consiglio a tutte di leggere le etichette con il biodizionario online accanto:
    http://www.biodizionario.it/

    Ti dice, di tutte le sostanze, il livello di pericolosità, redatto da un chimico che si occupa di biocosmesi e biodetersivi VERI.

    Buona “gara”!
    LaStancaSylvie

  8. OMMIOZZIO!!! Io che consideravo il mio non truccarmi più come un’ulteriore indice della mia deriva, stà a vedere che invece ero salutista e non sciattona?!
    Però però però… lavo ancora i capelli, uso cremacce e ‘bagnoschiumi’: fammi un pò partecipare, và.
    Grazie Extra per questa opportunità e per un inizio giornata di terrore ;P
    D.

  9. E vogliamo parlare dei siliconi?!
    Io di solito, per saperne di più degli ingredienti dei prodotti di bellezza, consulto il forum di saicosatispalmi… comunque avere un prontuario a portata di mano non sarebbe male…
    Io ho condiviso sul blog:
    http://murasakinonikki.blogspot.com

    🙂

  10. O_O
    o lo vinco o lo compro…ormai sono troppo curiosa!!! fortunatamente uso pochissimi prodotti e mi trucco solo gli occhi… ciao!

  11. Anche io come Jessica, se non lo vincerò, correrò subito a comprarlo!
    Mi sto interessando parecchio all’argomente ultimamente!!! E sto scoprendo che anche le cose spacciate per supernaturali alla fine non lo sono °_°!!

    B.

  12. partecipo, ma se non lo vinco lo comprerò anche io, il tema è interessantissimo e vorrei migliorare il grado di “purezza” del mio bagno 🙂

  13. Partecipo anche io al giveaway, ma voglio indicarti il meraviglioso negozio virtuale e reale saicosatispalmi.com della mitica Barbara Righini che vende solo cose realmente ecobio e assolutamente diverse dalle molte ecofurbate. Barbara è una persona onesta e che crede davvero nella cosmesi sana ed ecosostenibile.

    Post linkato sul mio FB:
    https://www.facebook.com/profile.php?id=1587891047

  14. Mi associo al 100% al commento di Dani VS!!! Non poteva esprimere con parole migliori anche il mio essere! 😉

  15. Partecipo molto volentieri! Io sono sempre a leggere le etichette e non c’è mai da stare tranquilli su niente. Soprattutto resto basita sui prodotti per bambini, contengono certe schifezze che non le darei neanche al mio peggior nemico (vedi pannolini pampers pieni di paraffina e petrolati)!

    linko su FB!

  16. ciao io uso pochissimi prodotti più per pigrizia che per altro ma devo ammettere che questo libro fà quasi paura .-S

  17. ECCOMI…PARTECIPO E CONDIVIDO SU FB DOVE MI TROVI COL NOME LAURA VALZY, LA MIA MAIL è valzy87@yahoo.it
    BEH…NON RESTA CHE INCROCIARE LE DITA!!! 😀

  18. Grazie ancora a tutte per la partecipazione!
    StancaSylvie
    utilissima la dritta sul dizionario bio!
    Mrs Craddock
    grazie anche a te, andrò a visitare il negozio che mi indichi.
    Antonella
    dubbio legittimo, ma spero di no!
    Mammachetesta
    anch’io uso un paio delle marche che citi, proverò anche le altre!

  19. io di trucchi ne ho sempre usati pochissimi, soprattutto direi per fretta e indole. avevo letto qualcosa sui teschi nascosti sotto i prodotti di bellezza, questo tuo post confermala necessità di stare attenti ovunque ci si giri… grazie!

  20. Dopo Fast Food Nation che lessi qualche anno fà, mi ci vuole anche questo per non dormire più la notte!

  21. In bocca al lupo a tutte. Oggi ho buttato un bagno schiuma del Body Shop che aveva dentro un sacco di schifezze! Buon weekend 🙂

  22. vero, tutto vero! anche a me è successo di ritrovarmi le palpebre pruriginose e gonfie. Da poco ho scoperto la meravigliosa gamma REN e il contorno occhi alla rosa mosqueta, veramente ottimo. Però, vorrei dire: ormai che li hai comprati, quei prodotti finiscili, poi cambierai vita! altrimenti i flaconi di plastica a perdere, ecc. ecc…… saluti dalla Grecia ancora al mare, Paola

  23. I love giveaway, capperini siamo in parecchie però! Anche una delle mie parrucchiere mi aveva messo in guardia da queste sostanze nocive ma io non l’ho ascoltata, intenta com’ero a leggere Visto. Pensa che alle mie nipoti vengono macchie strane sulla pelle con determinati tipi di detersivi… Voglio anche io farmi una cultura sulle sostanze nocive, ma rimane un dubbio: cos’è uno stegosauro????

  24. In bocca al lupo a tutte!
    Paola
    Grazie della dritta, proverò quel contorno occhi, conosco la marca di nome
    Margot
    Lo stegosauro è un bel dinosauro con gli occhi un po’ pesanti 🙂

  25. a terrorista ! scherzo dai, lo sai che ti voglio bene. ho fatto il tuo nome ad alcuni amici di milano chissà…. ci sentiamo presto

  26. Natalia
    ciao, hai parlato bene, vero??? O devo preoccuparmi 🙂

  27. Finche’ vivevo nell’ignoranza non avevo bisogno di nulla..Ora che dovrei cremarmi almeno un po’…VENGONO FUORI TUTTE STE’ PORCHERIE…Il brutto e’ che le trovi anche nei prodotti che si usano per i nostri bimbetti/e…argh…ma qualcosina di buono si trova ancora…brava Patrizia che infondi terrore!
    annali’

  28. Messo sul mio profilo di FB. Comunque mi sa che me lo compro anche se non lo vinco…

Comments are closed.

© All Right Reserved