Come imparare a fotografare i bambini

Oramai con i social, siamo tutti fotografi quindi meglio approfondire la tecnica per non perdere follower! Appuntamento importante per le mamme, (ma anche i papà, le nonne, le zie…) per imparare tutti i trucchi per fotografare al meglio i bambini.

Soggetti affascinanti ma difficili da rendere al meglio.

Per chi vive a Milano, c’è un interessante workshop dedicato alla Fotografia dei bambini e pensato appositamente per le mamme, organizzato da Manfrotto durante il Wide Photo Fest 17, in programma nella cinematografica Piazza Gae Aulenti dal 9 all’11 giugno.
Il workshop si svolgerà venerdì, alle ore 18:00, e sarà tenuto da Camilla Parolin,  fotografa professionista specializzata nella fotografia di gravidanza, neonati, bambini e famiglie. È possibile partecipare gratuitamente al workshop iscrivendosi qui.

 

Follow up

To whom who may concern:

-La nuova foto che ho sfoderato un paio di giorni fa è un regalo di una mia amica fotografa inglese che all’inizio di ottobre è venuta a Milano a fare un reportage sulla vita italiana nei bar e caffè. Aveva un servizio commissionato dalla catena di caffetterie Caffè Nero (si chiama così anche se è inglese) e mi ha chiesto aiuto. Abbiamo fatto 3 giorni di tour in locali milanesi caratteristici e io che non ho più il fisico mi sono beccata l’influenza. In cambio però ha fatto alcune foto a me e le bimbe. Mr.Saint era via per lavoro e quindi ne è rimasto escluso. Ma, never mind, può sempre metterci nella cornice di radica sul tavolo del suo ufficio. (Parlando dell’amica inglese “mi setto” automaticamente sull’idioma usato in questa occasione). JoJo, questo è il suo nick professionale, fa ritratti soprattutto ai bambini, viene ad esempio chiamata da quelle mamme riccastre che per il compleanno del pargolo hanno quelle 200-300 sterline da investire in un servizio fotografico per commemorare l’evento.
La sua specialità però, sono le foto con la luce naturale, niente lavoro in studio, così a novembre quando in U.K. le giornate diventano troppo corte e buie parte e va a lavorare in Australia, poi già che è lì si sposta in Nuova Zelanda (anche perchè lei è di origine neozelandese, una kiwi, come ama ripetere).
Poi in primavera, come le rondini, torna a Londra.
No, JoJo non ha figli e quindi può fare la globetrotter.