Rock ‘n roll

Nell’era glaciale…
cioè l’anno in cui avevo partorito Anita, un bel giorno dopo otto mesi circa dalla nascita, posso finalmente concedermi un po’ di palestra perchè avevo trovato una baby-sitter.
Ero in un umore un po’ crepuscolare, lasciare il mio amato bebè a casa un po’ mi sconvolgeva.
Musica a palla, tra la panca degli addominale e un “leg extention”, una cover di una storica canzone dei Rolling Stones, un pensiero mi aveva fulminato: “Mia figlia non sa cos’è una cover! Quando crescerà ascolterà una canzone e penserà che sia una versione originale. Così piccola, tenera, ingenua, dovrò dirglielo io” e mi ero sciolta d’amore al pensiero.
Come ben sappiamo gli ormoni del post partum fanno strani scherzi. Gli anni londinesi da appassionata di musica avevano lasciato il segno: forse questo era il motivo. O forse era pura follia.

Dodici anni e mezzo dopo…
domenica scorsa andiamo al cinema a vedere Bandslam, molto divertente pieno di musica e di ragazzi che vogliono fare una band. I protagonisti suonano una canzone.
“Bella!”, dice Anita entusiasta.
“Sì, ma è una cover dei Cheap Tricks!” e “dling!!” ho capito che era arrivato il momento, la mia intuizione di tanto tempo prima incastrata tra due neuroni stanchi, si avverava.
Anita mi ha guardato con compatimento, senza capire. Poi nel film hanno parlato di Ramones, di Clash e Sex Pistols e io incalzavo eccitatissima:
“Li conosci già da due anni, vero?” e gongolandomi ho aggiunto: “Le altre mamme scommetto che non ne hanno ancora parlato…”
A questo punto Anita, esasperata, ha fatto finta di non conoscermi più e nemmeno quando sullo schermo è apparso David Bowie, in un cammeo dove interpretava sè stesso, mi ha dato di gomito.
Più tardi a casa, però abbiamo cercato insieme vecchie canzoni su youtube e purtroppo i miei antichi idoli le facevano anche un po’ schifo e i suoi mi sembravano banali. Però non ho insistito con critiche e commenti. Sono stata zitta e sorridente. Cos’è una cover gliel’ho detto, posso dormire tranquilla, adesso la lascerò esprimere i suoi gusti musicali senza rompere.

Questo post partecipa al
blogstorming

13 comments

  • Anonymous

    Mmmh Mamma, Papà, Promogenita dodicenne, secondogenita ottenne.
    Radio non proprio a palla ma quasi,
    tutti in silenzio, siamo stanchi, dopo aver ascoltato un brano degli U2 un po' datato, partono i Police ''Roxaaaannnneeee'', io e mio marito ci uniamo al coro cantando a squarciagola, l'ottenne '' ma basta adesso con le vostre antichità! Quando è finita questa cambiate canale!''La dodicenne non si era accorta di nulla, aveva l'Ipod nelle orecchie.
    Angela

  • extramamma

    @Angela
    Come ti capisco! Anche noi abbiamo messo gli U2 un po' di tempo fa: erano piaciuti, tanto che le figlie poi hanno voluto veder la foto di Bono. "che vecchio!" hanno detto, non è contato nulla dire che si dà parecchio da fare per aiutare il terzo mondo. Vecchio era e vecchio rimaneva 🙁

  • cautelosa

    Sempre meglio non esprimere critiche e commenti negativi sulle "passioni" musicali dei figli, anche se quello che ascoltano ti fa rizzare i capelli in testa..
    Poi magari scopri che alcuni cantanti piacciono anche a te e allora ricevi in regalo un cd masterizzato che dura sì e no due mesi. E quando esso è defunto, vai a comperartelo in un negozio… per giovanissimi, com'è successo con i Franz Ferdinand.
    Ma sono eccezioni, perché quasi sempre i gusti divergono notevolmente ed ognuno "si tiene" la sua musica…

  • wwm

    non ci credo che non le romperai le palle 😉

  • melanele

    Mio figlio di 11 anni ancora non è appassionato di musica, per cui non riesco ancora a condividere niente… nè a criticare!
    PS: Però che Bono è vecchio è vero! 🙂 Ho pensato la stessa cosa l'altra sera guardando un video, e ho detto a mio marito "ma è invecchiato di colpo?", e lui mi ha fatto notare che deve avere almeno 50 anni… per cui tanto fresco non può essere. E poi a me piace The Edge che anche se è vecchio è comunque fascinoso! :-DDD

  • Maddaluna

    Che dire… ho fresca nella memoria l'immagine di me stessa, allora dodicenne, che ascolto rapita alla radio VENUS delle Bananarama e di mio padre, un po' seccato, che mi dice "guarda che è una cover! E' vecchia questa canzone, non l'hanno mica fatta loro!".
    Insomma, sono rimasta male: come vecchia?! Vuoi dire che non l'hanno scritta loro? L'hanno copiata?!
    Che pacco. Inutile dire che le "banane" mi sono scadute immediatamente e ho smesso di ascoltarle…

  • agrimonia

    Tu hai mantenuto l'impegno preso dai tuoi neuroni materni ^__*

    Prince apprezza Areosmith, Europe,Bon Jovi….anche se ogni tanto infila nel mucchio FabriFibra e Marakesch

    ^___^

  • Extramamma

    @Cautelosa
    Franz Ferdinand? adesso mi informo!
    @wwm
    mi sa che hai ragione ^-^
    @melanele
    The Edge era quello che aveva avuto una storia con naomi e poi è scappato inorridito, deve essere anche intelligente!
    @Maddaluna
    in effetti le bananarama scoppiazzavano di qua e di là!
    @Prince
    gusti da vero maschio, ma quando arriva la numero 2 ci sarà un ritorno a katalì cammello!

  • Soleil / Mamma Oggi Lavora

    e' il conflitto di generazione 🙂

    Btw, e' raro, ma conosco delle cover che sono meglio dell'originale.

    E' capitato qualche mese fa che abbia visto un film ispirato alle canzoni di Boris Vian.
    Alcuni artisti, tipo Camille, hanno fatto delle cover veramente strepitose.

  • Extramamma

    Mammaoggilavora
    Boris Vian mi piaceva molto e avevo un CD di Camille, ma non li avevo mai abbinati, cercherò quelle cover, grazie per la dritta!

  • Soleil / Mamma Oggi Lavora

    Trovato! Il film si chiamava Bulles de Vian, l'avevo visto su arte
    Ciao!

    http://www.arte.tv/fr/recherche/2648302.html

  • Extramamma

    @Soleil
    Merci! vado subito a vedere!

  • alleg67

    anche qui ci soo cambi di rotta.
    pero' adora jodassin , (non mi ricordo come si scrive), hai presente le canzoni anni 70 francesi ecco quelle…
    ma per altre cose c'é guerra aperta..