Letture spericolate


La nostra vacanza non è stata solo la fiera dell’antibiotico, abbiamo gustato anche altri piaceri. Quelli della tavola e… anche quelli della lettura. Mai come questa volte le bambine sembravano aperte nuove esperienze culinarie. Hanno assaggiato con gusto gli antipasti: tzazichi, taramasalata, melitzanosalata ma anche pesce freschissimo e per Emma un colpo di fulmine con le uova fritte. Certo, non sono un piatto tipico della cucina ellenica ma Emma in vacanza leggeva sempre Topolino e cosa mangiavano quelli della banda Bassotti? Certo non i souvlaki ma le uova fritte. (A casa mi sono sempre limitata a dare alle bambine la noiosa versione à la coque perchè non amo le uova). Ma “fried eggs” erano sul nostro menù della colazione: Emma ha voluto provarle per pranzo e poi anche per cena. E’ nata una passione. Topolino e uova fritte, uova fritte e Topolino. Questa la giornata ideale di Emma a Falassarna Beach quando non faceva il bagno, non dormiva e non litigava con sua sorella. Leggeva sempre in maniera compulsiva. Colpa nostra perchè in casa abbiamo sempre lodato Anita per il suo amore per la lettura. Emma voleva farmi vedere che anche lei faceva sul serio. Leggeva a tavola. Leggeva camminando come un prevosto con il breviario. Leggeva temeraria e concentrata sulle avventure di Paperone mentre imboccava la scaletta killer coperta di una insidiosa ghiaia (foto) che ci portava alla spiaggia. Io urlavo, la prendevo per mano e cercavo di non inciampare mentre lei, in trance, continuava a leggere.

One comment

  • Anonymous

    Caspita, Emma sembra la fotocopia di Pi, ma in versione femminile! Lui, solo uova fritte e Paperinik!!!