La mia vita senza il formaggio

Sono sempre stata golosa di formaggio: da piccola mi sparavo fette di fontina a volontà, adoravo quelli olandesi, il taleggio, la mozzarella, la scamorza. Adoravo  lo squaquerone che si mangia in Romagna. Ma anche quelli francesi: brie e camembert. Prima di cena, quando cucinavo e morivo di fame, tagliavo delle belle fette di formaggio, giusto per resistere fino al momento di sedermi a tavola. Fino a trent’anni non sapevo neanche che il formaggio facesse ingrassare. Poi un giorno, in una lontana pausa pranzo, una collega descrisse così una ragazza:

“E’ grassa, come quelli che si ingozzano di formaggio”

Ho spalancato gli occhi, impalata e immobile con la forchetta a mezz’aria sopra il mio piatto di caprese. Sono caduta dal pero e ho chiesto: “Perchè il formaggio fa ingrassare?”

Formaggio=proteine, fino ad allora pensavo che facessero ingrassare solo i carboidrati e certo anche i dolci!

Ma questa scioccante scoperta non mi ha comunque fatto cambiare alimentazione: ho continuato a essere una cheese-addicted.

Poi ogni tanto ho avuto qualche problema di digestione con il mio adorato cappuccino, e ho cercato di berne qualcuno in meno.

Intolleranza al lattosio? Non poteva essere, non volevo crederci.

Alla fine non ero intollerante ma lo era mia figlia.

E così in casa mia  sono entrati il latte di soia, di riso e anche i formaggi vegani. E quando c’è stato lo scandalo delle mozzarelle di bufala alla diossina e ho smesso di comprarle. Poi non ricordo esattamente come/quando sia successo, ma circa un anno fa ho smesso di mangiare anche altri formaggi e ho cominciato a sentirmi meglio. Molto meglio.

Il mio intestino non ha mai funzionato meglio, la digestione è una favola, la pelle è più bella e ho anche perso un chilo senza accorgermene. Non sono talebana che combatte a oltranza il lattosio: mangio yogurth, gelati, bevo ancora cappuccini e magari anche una pizza con la mozzarella una volta al mese.

Mi sento veramente più leggera, per cucinare i formaggi alternativi di riso funzionano a meraviglia e la mia vita senza formaggio è veramente una bellissima scoperta.

4 comments

  • Ciao, ne parlavo proprio ieri sera con mio marito…al momento siamo “dipendenti” dai formaggi e anche nostro figlio di 3 anni lo è, tanto che non possiamo metterlo in tavola perchè ne vorrebbe subito un pezzo, di qualsiasi tipo!
    Vorrei iniziare a eliminare qualche formaggio ma non so da dove partire…ma ci proverò presto!!

  • patriziavioli

    Non è facile, perchè sono buonissimi. Nella mia esperienza per cucinare si possono usare le versioni “taroccate” al riso/soia che vanno bene per le torte di verdura (ne faccio tante) e anche per le lasagne sempre di verdura.
    Quando però li porti in tavola da soli, è triste, non c’è paragone con il vero sapore del formaggio.
    Forse puoi iniziare a “smettere” da quelli più grassi, così hai più soddisfazione perchè ti senti virtuosa 🙂
    Anche mia figlia minore adora i formaggi, mangia i Babybell come fossero ciliegie 🙂

  • Io li amo pazzamente…anche la sottiletta.

    Da quando andiamo in montagna poi il mio palato esulta felice e da ultimo abbiamo scoperto i formaggi a latte crudo…divini!
    Per smettere dovrei essere costretta da serissimi problemi di salute perché cara Pat’ la bucca l’é no sazia se al sa’ no d’ vaca.
    😀

  • patriziavioli

    Sono riuscita a tradurre!!!
    Rispetto la tua passione e spero che non dovrai mai privartene 🙂