Come salvarsi la pelle

Questo è il mese della prevenzione contro il tumore al seno: la campagna della Lilt cerca di sensibilizzare tutte le donne per convincerle a fare visite di controllo. Questi check-up, certo noiosi e anche un po’ angoscianti, sono però importantissimi.

Schivarli non è mai una buona idea.
Posso testimoniarlo di persona.
Non per un caso di tumore al seno ma per uno al collo dell’utero.
Se non avessi creduto nella prevenzione oggi non sarei qui a raccontarlo.
Avevo trent’anni e stavo benissimo.
Sono andata alla ASL a fare un pap-test perchè quando abitavo a Londra ne avevo già fatto uno, copiando le mie amiche che lo facevano. Mi hanno telefonato per dirmi che volevano vedere meglio. Ho fatto allora una colposcopia, che è un esame più approfondito. Poi qualche altre controllo, tutti gli esami davano lo stesso esito. Sul mio collo dell’utero c’erano cellule cancerogene. Non volevo crederci, ma era vero. Mi hanno operato, mi hanno tolto una fettina di utero.

Mi hanno detto che se poi avessi voluto figli avrei dovuto fare il cerchiaggio.
Piangevo ma pensavo che figli non ne volevo. L’operazione è andata bene, si chiamava CIN3.

Quando vado da un nuovo medico lo dico e dopo mi guardano con più rispetto come se fossi stata in Vietnam.
Ho fatto tutti i controlli, per tanto tempo.
Prima più ravvicinati poi meno.
Quando finalmente ho deciso di diventare mamma, dopo molte riflessioni, non ho fatto il cerchiaggio e infatti ho avuto due gravidanze a rischio e sono stata in ospedale.

Ma alla fine le bambine sono nate e sono diventata extramamma.

Per darvi il colpo di grazia racconto anche che in questi anni ho visto due mamme della scuola morire di tumore al seno.

Quindi niente scherzi, vigliaccheria o pigrizia. Fatevi controllare senza troppe pippe.

23 comments

  • ciao, concordo appieno.
    Anche io sono una a cui la prevenzione ha salvato la pelle. Una ballottola sotto il seno, controlliamo meglio, codilomi degenerativi con alta percentuale di cancerosi. Ripulito tutto, sostituito al 90% con una protesi (evvai che tette!!…scusa ma bisogna che quando ci ripenso trovo il modo di riderci pure su…). Ho avuto due figli, unica controindicazione non ho allattato (veniva fuori un liquido biancastro che non avrebbe sfamato una mosca) ma non è mai stato un problema.
    Quindi controlli, controlli, controlli.
    p.s. posso linkare il tuo post sulla pagina che ho creato per la campagna 2010 nel mio blog????

  • extramamma

    Newmoon
    ti ho risposto sul tuo blog, sono d’accordissimo: meglio diffondere!

  • Sono assolutamente d’accordo!
    Monica

  • la prevenzione é importantissima e bisogna farsi vedere, serve, eccome se serve…!!!!
    qui i controlli li fanno ogni due anni se é tutto a posto, se no ogni anno…
    e ci sono macchine veramente all’avanguardia..ma visita ginecologica tutti gli anni e controllo del sangue pure..

  • sei una perfetta testimonial, e non in senso ironico ma perchè lo hai vissuto sulla tua pelle!
    grazie!

  • Bellissimo post, ci vuole un’esperienza estrema e drammatica come quella che hai vissuto per spronare davvero chi ti legge.
    Io sono geneticamente a rischio, e faccio pap-test + palpazione al seno dalla ginecologa tutti gli anni. Quando sarò più grande (vecchia suona troooppo brutto), farò anche la mammografia periodica.

  • grazie per la testimonianza, grazie per la condivisione, grazie per la mazzata cara extramamma! come altre sono “a rischio” perchè mamma e nonna hanno avuto tumori al seno quindi ecografia una volta all’anno e più avanti mammografia… oggi il tumore al seno è uno di quelli con la più alta percentuale di guarigione, se non si sottovalutano i controlli ovviamente. ciao, linda

  • Si io devo prenotare. Lo faccio in questo mese sempre perchè non posso dimenticarmene. 😉

  • Concordo con la prevenzione.
    Io sono sotto controllo da diversi anni ormai, anche se non è nulla di grave (tumori benigni al seno). Ma se a 30 anni non fossi andata a fare un’eco per prevenzione su suggerimento del ginecologo non lo avrei mai saputo.
    Bisogna farsi controllare sempre, anche se non si sente nulla, perchè così si ha una fotografia del proprio corpo utile per quando saremo più vecchie.

  • Mannu

    Hai perfettamente ragione. Questo tuo post è molto utile per tutte le persone come me che tendono sempre a rimandare o a mettere la testa sotto la sabbia! 🙁

  • Mamma non basta

    Concordo in pieno!
    Quest’estate un piccolo dolorino al seno mi hanno spinto a fare un’ecografia e la diagnosi è stata “fibroadenoma”….che non è niente di serio ma che è stato sufficiente a farmi prenotare subito mammografia e pap-test.
    La prevenzione è importantissima!!!!

  • Sono contenta di avervi colpito. E sono sopratttutto contenta che anche voi siate d’accordo sulle visite da fare. Anche se sono un po’ spiacevoli.
    L ‘ultima volta che ho fatto la mammografia così per sdrammatizzare ho chiesto alla dottoressa quali siano le tette migliori da schiaffare sulla lastra.
    Pare che la taglia migliore sia una seconda.
    Le troppo grandi ingombrano.

  • Monica:)

    CIN2: avevo 32 anni, facevo il pap test ogni anno e questo mi ha salvata.
    Stesso iter: controlli ulteriori, un paio di biopsie e poi la conizzazione e la notizia sul cerchiaggio… ho avuto 2 belle bambine che farò vaccinare contro il PAPILLOMA VIRUS appena avranno l’età.

    Ora devo prendere appuntamento per la mammografia… forse sono un po’ in ritardo, ho superato i 40 già da 2 anni! Corro 🙂

  • Ehm, mi fai ricordare che ho fatto la mammografia a Maggio, puntuale come un orologio a cucù, …. ma ho dimenticato di andare a ritirarla!!!
    Credo che se vedevano robe strane mi avevano chiamato, ma magari meglio se vado a prenderla, eh?
    Grazie per il memo!
    Dani

  • Stavo giusto procrastinando. Oggi prenoto.

  • extramamma

    Monica
    cavolo, la mia storia praticamente! Adesso ti sento più vicina 🙂
    Dani
    sei simpatica e hai troppo da fare, ma come dici tu se ci fosse stato qualcosa da chiarire ti avrebbero chiamato!
    Margot
    brava!

  • Anche io ho sempre fatto tutti i controllini sopra e sotto….e ora devo rifare la mammografia perchè è ora….il pap test petto che mi chiamino loro dal consultorio. Qui a modena lo fanno di prassi, ma penso in tutte le città….
    Extra, io porto una “prima bollita” (un giorno ti racconterò che significa) e …si, forse le troppo grandi ingombreranno, ma a me “per trovarmele” l’ultima volta hanno tanto pigiato che son svenuta tra le braccia della dottoressa. Allora la dottoressa a strillato “aiutooo” perchè mica poteva lasciarmi appesa per una tetta…è arrivato un altro medico e mi hanno amorevolmente adagiata sul pavimento…un bicchiere d’acqua, quattro battute e via, di nuovo la frittata di microtetta. …..per fortuna micro e sana…..

    Baci
    Tattizerozerotette

  • extramamma

    Oh Tatti, che simpatico outing! Dobbiamo conoscerci di persona 😀
    penso di aver capito cosa significhi “bollita”. Io invece ho il problema opposto, riempivo tutto il vetro, ma gli opposti si attragono, vero?

  • Pat anche io stessa tua storia. 21 anni però. Pienissima di condilomi, fortunatamente ancora esterni.
    Poi tolti e ora faccio il pap test ogni 18 mesi circa. Prevenire salva la vita.

  • extramamma

    Bismama
    Grazie per la condivisione, mi dispiace tu eri proprio giovanissima!

  • annalisa

    Grazie Extramamma che pensi alle donne!!!!Io proprio in questi ultimi due mesi ho avuto storie brutte intorno a me,una mamma di un amichetto con un tumore al seno, ormai troppo in la’ perche’ a 36 anni non si e’ mai fatta controllare e ora sotto chemio pesissima..E un amica che non ce l’ha fatta…Io ho 31 anni ma gia da due faccio eco seno ogni anno e pap test.
    un abbraccio
    annalisa

  • La prevenzione è fondamentale.
    Perlomeno per quelle parti del nostro corpo dove è possibile…
    E allora, ben vengano queste iniziative!

  • extramamma

    Annalisa
    mi dispiace molto per le tue amiche. E tu sei brava!
    Cautelosa
    infatti ci sono “parti” che ci fregano, ma cerchiamo di fare del nostro meglio, un abbraccio!