Una gran botta di sf….

Doveva pubblicare un libro fra pochi mesi, ma è morta fulminata sulla tazza del water…

…stava per succedere. Mi sono salvata per un pelo.
Un paio di orette fa, ero qui tranquilla a lavorare, quando improvvisamente ho sentito un boato fortissimo proveniente dal bagno.
Sono andata a vedere e ho scoperto (nel buio con la torcia, perchè il bagno è cieco ed era saltata la luce) che la piccola plafoniera di vetro bianco era scoppiata, proprio sopra il water spargendo ovunque frammenti di vetro più o meno grandi.
L’asse era rotta e l’acqua dalla pressione così forte che aveva fatto scoppiare il lampadario, zampillava dal soffitto con la forza di un geyser e già aveva allagato mezzo corridoio.
…..immaginatevi una bella riga di porconi e imprecazioni…..
Sono corsa dalla vicina di sopra che dopo cinque scampanellate prolungate mi ha aperto dicendo (si potrebbe anche leggere cadendo dal pero):
“Forse è la mia lavatrice, non mi sono accorta di nulla. Da me è tutto a posto”

Qui vi rimando a un ripasso della vicenda di Rosy e Olindo, che a me, amante della cronaca nera e in stato di alterazione, è subito venuta in mente.

Comunque poteva veramente andare peggio, un quarto d’ora prima della bomba ero nel bagno (denominato affettuosamente in casa “bagnetto delle bambine” perchè lo usano/vano loro) a stendere mutande e calzini. Sarebbe stato il concretizzarsi della vendetta del calzino spaiato di Panz: potevo essere ferita gravemente con tutto quel vetro sparato in aria. Ma se mi fosse “scappata” sarebbe stata veramente l’ultima pipì.

Ora metà casa è senza luce (questa metà) e quando la batteria finisce: ciccia.

Aspettiamo i tecnici. E l’acqua in terra l’ho asciugata.

31 comments

  • Oddio, son felice che tu ti sia salvata! Anche perchè morire seduta sulla tazza nemmeno Homer, dai… 🙂

  • Urca! O_____O
    Mi ricorda quando a G, quest’estate, è caduta all’improvviso la specchiera del bagno (minuscolo anche il nostro) frantumandosi in mille pezzi. Io non ero in casa e lui per fortuna era in soggiorno.
    Si è scoperto, così, che il vetro dello specchio era attaccato alla base soltanto da del vecchissimo biadesivo…. >_<

  • extramamma

    @Mammafelice
    Hai ragione: morire così è da Homer, nonostante i Simpson siano la mia famliglia di riferimento, nella confusione del momento non ci avevo pensato, baci!
    @PianoB
    Quindi G e io siamo due survivors: fico!

  • Ehm … qualche santo protettore? O solo un gran colpo di c…! Però, scherzi a parte son contenta che non eri … sul water! Bacioni bacioni
    (ps: in questi casi la “fortuna” è … che sei costretta a far “pulizie di fondo”! Ah ah ah ;-P )

  • Meno male che è andata così! Pensa chiedere l’aiuto della vicina a mutande calate! Perdonami la battuta, chissà che caos in casa.
    P.S.: sarà mica un poltergeist?

  • Felice di poter leggere questo post 😉

  • Ahahaha! sarebbe stata una fine ingloriosa… davvero! Ora hai una vita in meno, mi raccomando, attenta alle altre 6 😉
    Ciao maddalena

  • Ma la vicina ti paga i danni spero! e si compra anche svariate copie del libro per rimediare!
    francesca

  • Sottovoce: e oggi sarebbe pure un diciassette ;-))

  • Ciao, ti seguo su twitter, scrivo poco nei commenti ma perdindirindina! Ci tenevo a dirti che sono felice sia andato tutto bene 🙂

  • beh!! una bella fortuna non aver bisogno di andare in bagno in questo caso!!! 😉

    dai é andata bene, quindi si festeggia no? 🙂

  • permettimi di sorridere della sventurata vicenda ora che a cuor leggero leggo che nessuno si è fatto male…
    però porca miseria neppure a far la pipì si può star più tranquilli?

  • oh povera! che casino… mi spiace da un lato e sono contenta tu te la sia scampata! ma alla vicina chiedi i danni morali, vero?!?!? un abbraccio di solidarietà
    ps. cartolina, bellissimissima, arrivata!!!!!! grazieeeeeeeeeeeee!! 😀

  • Accidenti… che dire, sono felice che non ti sia scappata in quel momento!

  • @Beta
    in effetti anch’io ho pensato all’angelo custode o qualcosa di simile o come dici tu, visto il lugo molto più prosaicamente un botta di c….
    @M di MS
    no, no, mutande su e a suonare il campanello …oggi si è scoperto che era proprio proprio la loro lavatrice, anche se hanno negato fino all’ultimo 🙁
    @Serena
    sì, sembra che non vi libererete di me così facilmente!
    @Maddalena
    bella questa storia delle vite in meno: penso di essere già a 5 perchè da piccola sono rimasta attaccata alla spina della luce (stavo facendo un esperimento) e mi sono bruciata tutta la mano come nei cartoni animati.
    @Francesca
    considerato il simpatico atteggimento che ha tenuto fino ad ora sui danni temo molto che ci sarà da lottare. Che extrapalle!

  • @Mammalisa
    Infatti me ne sono accorta: anita è anche caduta 2 volte da cavallo ma
    menomale niente di grave. Non vedo l’ora di apssare al 18!
    @Akari
    grazie! Bello il nome jap 🙂
    @Alle
    festeggiamo domani perchè oggi piano piano ma continuano un po’ a girare. Domani saremo più sereni 🙂
    @Beba
    non si è più sicuri, ci vorrebbe una tettoietta???!!!
    @Smile
    ci siamo scambiate i commenti allo stesso momento 😀
    @Claudia
    grazie della solidarietà, forse nella parteria i vicini sono meglio: perchè qua c’è da litigare, pensa non mi hanno detto neppure “Mi dispiace” grrrrrrrrrr

  • veramente tremendo! Roba da far divenir stitici, per passare in bagno meno tempo possibile 😀
    Da noi, qualche anno fa, plafoniera in mille pezzi in cucina, ma per un tappo di champagne. Nessun ferito (per fortuna), ma la causa del danno era piu’ poetica, a suo modo…

  • Titti

    E’ andata bene, altrimenti col cinema avevamo chiuso…per sempre! 🙂

  • @Soleil
    come sei francese e chic, ti adoro! Mentre a me cade in testa l’acqua di scarico della vicina, a te i danni li ha fatti il tappo dello champagne :-O
    la classe non è acqua (della lavatrice)
    @Titti
    sarebbe stato tristissimo 🙁
    riproviamo questa domenica invece???

  • luviluvi

    Chissà che rabbia eh? Poi ripensando a quello che poteva succedere di peggio, ci si “consola”, ma al momento….

    Ma non ho capito come ha fatto la lavatrice ad allagare….distrazione o incidente?

    Meno male che la mia è in cantina e sotto non c’è nessuno

  • @LuviLuvi
    La lavatrice della simaptica vicina è rotta, il filtro è otturato (anche se lei negava è stato scoperto dal tecnico dell’amministrazione del condominio) e quindi perdeva acqua che si è infiltrata nel muro, poi ha trovato la canalina del mio impianto elettrico, che portava appunto alla plafoniera nel soffitto del mio bagno, si è infilata dentro, ha fatto pressione e PUNF! è scoppiato il mio lampadario 🙁
    meglio in cantina, hai ragione!

  • luviluvi

    meglio in cantina, hai ragione!

    Questo mi consola un pò, mi spiego: quando devo fare su e giù per le scale per
    portare/ritirare i panni in/dalla lavatrice mi viene da smoccolare e penso: ah se
    l’avessi in bagno, ma poi quando penso che se (dita incrociate) dovesse capitare
    qualche intoppo almeno si limiterebbero i danni

  • NU

    GASP!!!! Parlavamo giusto giusto di imprevisti… ma questo è al di là di qualsiasi fantasia 🙂
    Dai extra: libro “bagnato”, libro FORTUNATO!!!!

  • Sono quelle “bòtte di vita” che movimentano l’esistenza, altrimenti troppo monotona…
    E bisogna pure consolarsi che tutto si è risolto senza danni a persone (per le cose, lasciamo stare… ma è la volta che avrai il bagnetto imbiancato di fresco… grrr…)
    Ciao!

  • extramamma

    @Luviluvi
    …e poi ti tieni anche in forma!
    @NU
    grazie dell’incoraggiamento 🙂
    @Cautelosa
    hai ragione: una gran botta di vita dal soffitto 😉

  • terribile!
    ieri nn riuscivo a commentare spero che stavolta compaia il mio scritto!
    mi dispiace extra, ma sinceramente ….sarebbe stato terribile da raccontare ahahahah pensaci….!!!
    dai scherzo, a casa propria uno dovrebbe sentirsi tranquillo!

  • Emily
    mi dispiace che ogni tanto tu non riesca a commentare, succede anche a me qualche volta con splinder: forse sono queste due piattaforme che litigano!

  • annalisa

    Ma lo sai che mi e’ successa la stessa identica cosa?!!!circa un annetto fa..Ho sentito uno scrocio fortissimo nel bagno, ho aperto la porta e mi sono fatta la doccia, un cascata d’acqua che veniva giu’ da un faretto alogeno..Era la doccia delle vicine..Con cui non avevo per nulla ottimi rapporti…Il resto e’ storia..Comunque l’assicurazione ha ripagato tutto(ho dovuto rifare a pie’ pari il controsoffitto che sra diventata una piscina)..orrore a ripensarci!Meno male che te la prendi a ridere!!!Un abbraccio
    annalisa

  • Annalisa
    ti avevo proprio pensata ieri? era un po’ che non ti “sentivo”….quindi hai capito bene il mio malessere! per fortuna adesso che sono passati un po’ di giorni posso dire che i danni sono minori di quelli che temevamo ma per avere le spese ripagate sarà una guerra (anche i nostri rapporti non sono buoni!) :-*

  • Vabbé, puoi ispirartici per il prossimo libro, che i libri non finiscono mai.

    Culo, puro culo, non adulterato.

  • extramamma

    @Mammamsterdam
    il bello delle sfighe è proprio quello: non si butta via nulla (come il maiale) si possono sempre raccontare nel blog o in un romanzo 😉