Compiti a casa: utili o dannosi?

E’ di oggi la polemica sull’utilità o meno dei compiti a casa. Il Ministro dell’Istruzione, Daniele Bussetti, si è rivolto direttamente agli insegnanti, in previsione delle vacanze di Natale, per raccomandarli di non esagerare con i compiti a casa. Di non caricare troppo i ragazzi nella prossima pausa natalizia che dovrebbe essere anche consacrata al tempo libero da passare in famiglia. Da dedicare al relax, agli amici e agli eventuali hobbies.

Oggettivamente è già stato stabilito che in Italia le consegne dei compiti a casa siano quasi sempre in zona overdose. Soprattutto nei momenti festivi dove spesso la zavorra di  esercizi, testi da preparare e letture obbligatorie diventano un peso non solo per gli alunni ma anche per la famiglia che deve tenerne conto quando pianifica eventuali viaggi. Sospirando allorra si mettono libri, quaderni e astucci nella valigia. Bagaglio pesante che se si vola, fa guadagnare soprattutto alle compagnie aeree!

Scherzi a parte, la diatriba “compiti sì compiti no?” va avanti oramai da molto tempo. Intasa i gruppi whatsupp dei genitori e dagli oppositori spesso viene vista come una vendetta degli insegnanti, che con l’assegnazione pesante dei compiti, sottolineano il loro potere (l’ultima arma contro padri e madri sempre e comunque schierati in difesa dei pargoli!)

 

Ma i compiti servono veramente o sono un inutile fardello?

Per chiarirsi le idee è utile leggere questo saggio, che offre un’interessante panoramica sulla problematica. Affronta il tema da varie angolazioni: dal punto di vista dei docenti, dei pedagogisti e anche da quello dei ragazzi. Un viaggio a 360° nel mondo (a volte da incubo) dei compiti a casa. In una realtà dove alle superiori (molto spesso) le ricerche si tagliano&incollano da internet, gli esercizi di matematica e le versioni si condividono e copiano dai messaggi whatsapp, servono davvero?

Mentre alla primaria, qualche volta anche alle medie, succede che per smaltire in fretta la consegna madri, padri e nonni si mettano all’opera e poi con frustrazione riescano a meritare solo un misero 6+ ( a me è successo). In questa ipocrisia scolastica che senso ha continuare a infierire con una lista infinita di esercizi da fare a casa?

Nel libro tutte queste realtà vengono prese in considerazione e commentate con opinioni e consigli per studenti, genitori e insegnanti. Suggerimenti utili su come migliorare la situazione, snellire le incombenze dei ragazzi e soprattutto imparare a coinvolgerli. Non con la paura di essere beccati senza aver fatto quanto richiesto, ma stimolandoli a provare interesse per quello che stanno imparando.

 

Mare d’inverno: Natale a Cervia e Milano Marittima

Se volete respirare l’atmosfera natalizia senza andare in montagna, anzi scegliendo il mare, due mete interessanti a misura di famiglia sono Milano Marittima e, a pochissimi chilometri, di distanza Cervia.

A Milano Marittina è stato allestito MimaOnIce, il grande villaggio natalizio dove brillano scenografiche istallazioni con giochi di luci sulla pista di ghiaccio rotonda più grande d’Europa. Un magico parco del ghiaccio, giocato su nuance azzurro (il richiamo del mare), bianco (il ghiaccio e il sale) e oro. Nel viale più frequentato della cittadina adriatica si possono ammirare imponenti sculture luminose, alte oltre 2 metri, e istallazioni dedicate ai bambini. Grandi sagome di orsi luminosi e trenini brillanti, la casetta di Babbo Natale e una pista di ghiaccio baby.

Suggestivi archi d’ingresso accoglieranno i visitatori in questo parco natalizio che veste di luce il mare d’inverno della Riviera. Il villaggio sarà poi particolarmente apprezzato dai buongustai: infatti le casette gourmet attorno all’anello di pattinaggio propongono golosità locali insieme oltre ai tipici dolci natalizi.

L’inaugurazione è prevista per domani, 2 dicembre. Ma le luci si sono accese già oggi e fino al 6 gennaio accompagnano un ricco calendario di eventi, che animeranno i week-end e le giornate di festa di tutto il periodo Natalizio, Capodanno e Befana compresi.

Poi proseguendo verso Cervia, nel centro storico del paese si potrà ammirare il grande  abete di Natale, alto circa 15 metri, donato da Madonna di Campiglio e Pinzolo.

Anche qui una grande pista di ghiaccio sarà il punto di ritrovo che si animerà con spettacoli, esibizioni  e giochi per i più piccoli, insieme a elfi, renne e babbi Natale. Il villaggio di Cervia con le casette dei sapori e dei colori delle tradizioni artigiane si inaugura l’8 dicembre con i canti interpretati dai bambini delle scuole e l’accensione ufficiale di tutte le luci.

Nelle casette ci sarà tutta la gastronomia della tradizione romagnola, ma anche vin-brulè, castagne e la polenta nelle sue più varie e originali interpretazioni. Presenti anche artigianato dedicato al natale, oggettistica, dolci e biscotti. A contorno del magico allestimento natalizio spiccano i suggestivi giardini d’inverno, e tanta animazione che coinvolgerà tutto il centro storico, viale Roma e l’area dei Magazzini del sale con laboratori, fiabe e racconti,  visite  guidate,  aperitivi,  musica,  spettacoli,  i presepi. Tra questi nel nome della storia salinara di Cervia una natività di sale galleggiante a grandezza naturale realizzata sulla burchiella, la storica imbarcazione del trasporto dell’”oro bianco”.

Vacanze di Natale: cosa fare a Milano con i bambini

Quindici giorni di vacanza da scuola possono essere molto belli e in certi casi anche interminabili. Dopo aver passato in rassegna tutti i film natalizi e magari fatto una  scappatina ai musei con attività didattiche, ci si arrovella per trovare qualche attività natalizia da fare insieme ai bambini.
La buona notizia è che quest’anno a Milano ci sono eventi molto interessanti per le famiglie.
Ecco gli imperdibili:
Al Teatro alla Scala torna “Grandi Spettacoli per Piccoli”, un progetto speciale che presenta a un pubblico di giovanissimi le opere dei più grandi autori del patrimonio culturale, rivisitandole nel linguaggio e adattandole nei tempi.
Arriva Il Barbiere di Siviglia, l’opera di Rossini si veste così di allegre sfumature, prende il volto e le voci dei giovani protagonisti dell’Accademia Teatro alla Scala e regala uno spettacolo che vuole formare attraverso la semplicità delle emozioni che s’intrecciano al divertimento.
I “Grandi Spettacoli per Piccoli” una proposta per bambini e famiglie che non si ferma solo al fascino della rappresentazione, ma che trova un approfondimento nei materiali messi a disposizione del suo pubblico: un kit educational con schede sull’opera e i suoi personaggi.
Qui per prenotazioni e dettagli

Dal 27 dicembre al 7 gennaio al Teatro Studio Melato invece una reinterpretazione della celebre favola di Hansel e Gretel dei fratelli Grimm con le storiche marionette della compagnia Eugenio Colla. In questo spettacolo sono accentuati gli aspetti di percorso iniziatico e di crescita: Hansel e Gretel vengono lasciati soli nella foresta, incontrano la strega cattiva che li mette all’ingrasso per mangiarli ma, con astuzia e ingegno, si liberano di lei e tornano a casa con il suo gruzzolo. E vissero tutti felici, contenti e… ricchi!

Se invece siete appassionati di pattinaggio sul ghiaccio, il 6 gennaio, potete festeggiare la Befana al Forum di Assago, per assistere a Befana on Ice, uno spettacolo dove si esibiranno campioni internazionali di pattinaggio artistico. E i bambini potrenno anche pattinare con gli atleti sotto la guida degli istruttori di IceLab.
Per biglietti e sconti famiglia qui tutte le info.

Nel frattempo Buonissimo Natale a tutti!