La playlist di Lola

Un po’ di tempo fa avevo letto che ai cani piace il reggae, e alcuni ululavano anche per cantare in coro. La notizia mi ha incuriosito così ho deciso di approfondire  e verificare con Lola. Perciò con Emma le abbiamo fatto sentire un po’ di Bob Marley.

Ho sempre trovato il reggae un po’ noioso e ripetitivo ma ho cercato di non influenzare Lola, con il mio body language. I cani sono degli espertoni del body language dei padroni: se nascondi o dissimuli, ti sgamano subito.

Emma ha cercato un po’ di brani su youtube, ma Lola non sembrava eccitarsi, non scodava e non ululava. Anzi con la palpebra un po’ calata, pareva vicino al pisolino postprandiale.

La prova del nove l’abbiamo fatta con No woman no cry, se non le piaceva quel brano cult sarebbe stata l’eccezione canina che conferma la regola delle preferenze musicali.

E infatti ha approffitato della colonna sonora della buon’anima Bob per farsi un bidet veloce.

Allora abbiamo capito, non è un cane da reggae. Per non tediarla ulteriormente abbiamo cambiato decisamente genere musicale.

Con Beyoncè, Countdown, ha rizzato le orecchie. Ma è stato con Taylor Swift, Blank space che ha iniziato a scodare e con I know you were trouble ha anche sorriso.

E’ proprio un cane-ragazza e da un po’ di giorni ascolta anche Ed Sheeran 🙂

P.S. Ho trovato questa pagina FB divertentissima Doggos dove forse scoprirò altre playlist.