Femminismo pop

Non è mai troppo presto per l’educazione sentimentale. Meglio mettersi avanti, così ieri sera ho raccontato ad Anita ed Emma questo video.
La ragazza invece di subire passivamente, strafogandosi di cioccolata, gli umori dell’amato che non si fa più vivo, decide di dargli una bella lezione.
Assolda un gruppo di ragazzotti che lo malmenano, gli “sgrattano” anche i dischi (visto che fa il DJ). Mentre lei invece di consolarlo gli mette la purga nel caffè, ecc.
Mi è sembrato grandioso, un bell’esempio per le nuove generazioni femminili.
Altro che quella lamentosa di Giusy Ferreri a cui si “sfredda” la cena aspettando lui che le ha fatto il bidone.
Anita ha colto il mio messaggio, si è appassionata al racconto, commentando: “Forte!”
Emma invece dalla quale mi aspettavo una versione baby di “a morte il fedifrago” ha detto invece: “Poverino!”. E mi ha deluso.
Ma non mi sono persa d’animo. Profetica ho sentenziato: “Adesso voi non capite ancora! Aspettate qualche anno e mi darete ragione!”