Palmarota

Per stemperare un po’ la suspance delle mie sciagure in vacanza, vi presento la palmarota: un’ex carota che Anita (nonostante la veneranda età la mia primogenita rimane un indefessa fan dei lavoretti) ha trasformato in palma da cucina.
Dieci giorni fa ha tagliato la testa a una carota, l’abbiamo messa a bagno sul davanzale e voilà s’è trasformata in palma. Visto che però oramai è anche un po’ ammuffita oggi per la simpatica palmarota è arrivata l’ora X, quella in cui raggiungere le sue parenti meno famose nel sacchetto dell’umido. Per celebrare la sua bellezza e regalarle un effetto Maldive però ho aggiunto nell’acqua un po’ di colorante alimentare e l’ho immortalata.
Ora è palmarota for ever!
P.S. No, non ho bevuto. Ma anche oggi devo stare qui tutto il giorno a lavorare e quindi mi vengono in mente un sacco di tavanate per perdere tempo, buona domenica a tutte!