Stati d’animo a Ferrara

Se avete voglia di un weekend fuori porta, magari quando finirà questa coda d’inverno, una meta interessante potrebbe essere Ferrara. Per visitare una bellissima mostra che, con un aggettivo che va tanto di moda, definirei esperenziale.

L’arte di fine ottocento e le opere degli artisti che segnano il passaggio alla modernità sono per la prima volta al centro di un racconto visivo narrato attraverso la poetica degli stati d’animo.

Dal 3 marzo al 10 giugno 2018 a Palazzo dei Diamanti di Ferrara c’è la mostra “Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni”. Un percorso artistico che passa dai maestri del simbolismo e del divisionismo fino a quelli dell’avanguardia futurista. Una narrazione che entra nel tempo in cui scienza e arte sono impegnate ad indagare la psiche, creando un nuovo alfabeto delle emozioni.

Si passa dalla malinconia all’abbandono fantastico della rêverie, alla paura e liberazione delle pulsioni sessuali, fino all’estasi dell’amore e la sublimazione dei sentimenti, l’armonia universale e poi la frenesia della città contemporanea. Tra gli artisti, un ruolo importante riveste nell’esposizione Gaetano Previati, il ferrarese che con le sue opere ha saputo creare un ponte tra l’arte dell’Ottocento e le avanguardie del nuovo secolo.

Una di queste è la Maternità, che si potrà ammirare nel percorso espositivo con altri capolavori come l’Ave Maria a trasbordo di Giovanni Segantini e il trittico degli Stati d’animo di Umberto Boccioni. La mostra è stata possibile anche grazie alla collaborazione di musei internazionali, come il Musée Rodin e il MoMA e di collezionisti privati.

In questa occasione il consorzio Visit Ferrara, ha previsto sconti e vantaggi.

Utilizzando il codice sconto “STATIDANIMO18”, si può prenotare il soggiorno direttamente su Visit Ferrara ottenendo la riduzione del 10% per i mesi di apertura della mostra. Inoltre, sempre sul sito, si possono prenotare anche le visite guidate alla città e altre promo per il soggiorno 😉