100 racconti per bambini coraggiosi

Mamma, che cos’è il coraggio?
Piccolo mio, mi hai fatto una domanda bellissima… Vedi, il coraggio, al contrario di quello che puoi pensare, non vuol dire non avere paura. Avere paura è normale. Ma le persone coraggiose sono quelle che affrontano le loro paure e le loro incertezze e le usano per diventare più forti. Il coraggio non vuol dire allenare i muscoli per vincere un nemico, ma allenare il cuore e la mente per capire quello che vi divide.

Questo è l’incipit di 100 racconti per bambini coraggiosi, un volume molto bello con magnifiche illustrazioni che rappresenta la risposta maschile al best seller Storie della buonanotte per bambine ribelli. E’ un mondo maschilista da sempre e quindi immagino che per questi uomini che ce l’hanno fatta sia stata un po’ più facile che per le eroine delle Bambine ribelli.

Nel libro, in ordine alfabetico, da Andre Agassi a Mark Zuckemberg, ogni pagina racconta di un uomo famoso che ha combattuto per i propri ideali. I ritratti dei personaggi sono molto belli, i testi non male, ma la cosa che mi ha lasciato un po’ perplessa è stata l’inclusione di certi personaggi attuali.

Dentro ci sono tutti. Da Giuseppe Garbaldi all’youtuber Favij, sembra un po’ l’elenco del telefono, alla “F” dopo Roger Federer, tennista, e prima di Enzo Ferrari, imprenditore, ho trovato con sorpresa Fedez.

…poi conobbe una ragazza bionda, bellissima e famosa ancor più di lui: Chiara…

Ecco magari sono babbiona, ma come modello da fiaba della buonanotte per un maschietto, punterei un po’ più in alto. Girerei qualche pagina per arrivare al Mahatma Gandhi o Charles Lindembergh o addirittura anche il buon vecchio Spartaco!