Vegan: Brownies ai fagioli neri

Sì avete letto bene, fagioli neri. Questi brownies nascondono un ingrediente inusuale ma azzeccatissimo: i fagioli non si sentono e conferiscono a questi dolcetti tantissimi bonus nutrizionali: ricchi di fibre e proteine vegetali questi legumi rendono i brownies leggeri e delicati, dando anche una consistenza corposa all’impasto.

Questo dolce è perfetto per chi cerca di mangiare sano e sta attento all’apporto calorico: non contengono zuccheri raffinati, glutine o lieviti, ma solo pochi ingredienti facili da digerire.

Ingredienti:

  • 3 banane mature
  • 240 g di fagioli neri (in lattina o cotti in acqua senza sale)
  • 20 g di fiocchi d’avena
  • 85 g di cacao in polvere
  • 4 cucchiai di olio di cocco
  • 80 g di sciroppo di riso
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • Facoltativo: noci o scaglie di cocco per decorare

Procedimento:

  • Preriscaldare il forno a 150º C.
  • Frullare nel mixer le banane.
  • Aggiungere alle banane l’avena e i fagioli e mixare.
  • Inserire nel mixer anche gli altri ingredienti e frullare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
  • Versare in uno stampo quadrato o rettangolare ricoperto di carta da forno e infornare.
  • Cuocere per 40 minuti.
  • Lasciar raffreddare e poi divorare.

    Prima di infornare: avevo finito la carta da forno

Raw Vegan: Snack energetico al cacao

E’ arrivato settembre, siamo di nuovo qua come promesso…purtroppo le vacanze sono finite e per ricominciare, rientrare alla grande nella routine, tener testa ai buoni propositi per l’anno nuovo (questo è il vero inizio anno!) c’è bisogno di tanta energia.

Allora non c’è niente di meglio di queste palline che sono uno snack goloso, pieno di calorie “buone” e soprattutto facile, divertente e velocissimo da preparare. Queste palline sono anche comode da mettere in un piccolo contenitore e portarsi in borsa per far fronte agli attacchi di fame improvvisi a metà giornata.

Oramai gli snack energetici sono diventati molto di moda e vengono venduti in tutti i negozi di cibi biologici, peccato che il loro costo sia piuttosto elevato rispetto alle normali barrette quindi preparare queste palline è anche una buona strategia per iniziare il nuovo anno senza sforare, subito, il budget!

Ingredienti:

  • 5/6 datteri
  • 2 cucchiai di uvetta
  • mezza tazza di nocciole
  • mezza tazza di mandorle
  • un cucchiaio di cacao
  • Facoltativi: cocco in scaglie, fave di cacao, semi di chia

Procedimento:

  1. Denocciolare i datteri e inserirli, con gli altri ingredienti, nel mixer.
  2. Sminuzzare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un’impasto compatto e appiccicoso.
  3. Versare il mix su un tagliere e modellare delle palline.
  4. Lasciar riposare in frigo per un paio d’ore.
  5. Voilà! Le palline si conservano in frigorifero per circa una settimana o in freezer per due, ma di solito non durano così tanto 😉

Crostata di frutta estiva (senza forno!)

Questa settimana vi propongo una crostata velocissima da realizzare, sana e soprattutto fredda! In questi giorni non viene certo voglia di accendere il forno, perciò una torta fredda è l’alternativa giusta, specialmente se leggera e ricca di frutta fresca.

Ingredienti:

  • Due tazze di noci
  • 6/7 datteri Medjool
  • 300g di tofu morbido (detto anche silken tofu)
  • 1/4 di tazza di sciroppo d’acero (o di agave o riso)
  • Mezzo cucchiaino di vaniglia
  • Un pizzico di curcuma (facoltativo, serve a dare il colore giallino alla crema)
  • Frutta fresca a piacere

Procedimento:

  1. Sminuzzare le noci nel mixer fino ad ottenere una consistenza farinosa.
  2. Aggiungere uno ad uno i datteri denocciolati, per ottenere un impasto compatto e malleabile.
  3. Versare l’impasto in una teglia per torte coperta di carta da forno, modellando i bordi in modo da lasciare uno spazio al centro dove versare la crema.
  4. Lasciare in freezer mentre si prepara la crema.
  5. Scolare il tofu e metterlo nel mixer con lo sciroppo, la vaniglia e la curcuma.
  6. Mixare fino ad ottenere una crema liscia.
  7. Togliere la base dal freezer e versarci sopra la crema.
  8. Lasciar riposare nel frigorifero per 2-4 ore.
  9. Preparare la frutta per guarnire la torta, io ho usato frutti di bosco, pesche e mango.
  10. Guarnire la torta appena tolta dal frigo per evitare che si sciolga troppo.

La torta si conserva in frigo, ma, visto il caldo, anche in freezer se non viene mangiata subito!

La base

La base

La crema

La crema

La frutta

La frutta

Il prodotto finito!

Il prodotto finito!

Vegan a Natale: biscotti di riso e rape rosse

Non sono i classici biscotti di Natale ma nascondono un’arma segreta: la rapa rossa. Questa radice è un vero e proprio “superfood” perché contiene ferro, potassio, magnesio, calcio e fosforo, ha proprietà antiossidanti, aiuta la digestione, è un toccasana per il fegato ed è ricca di vitamine C e del gruppo B. Non ha un sapore forte, per questo l’ho usata grattugiata per dare ai biscotti un colore rosso vivo, molto festivo.

Questi biscotti non contengono grassi e volendo neanche zucchero né glutine.

Ingredienti:

– Due tazze di farina (di riso o a scelta)

– Mezza rapa rossa grattugiata finemente

– 200g di purea di mela

– 5 datteri

– un cucchiaino di vaniglia

– un cucchiaino di vaniglia

– un cucchiaino di bicarbonato di sodio

– un cucchiaino di aceto di mele

Glassa: (facoltativa)

– 100g di zucchero a velo

– 1 o 2 cucchiai d’acqua

 

Preriscaldare il forno a 180°C

1. Mescolare in una ciotola la barbabietola grattugiata, la mela, la vaniglia e la cannella.

2. Frullare i datteri con un cucchiaio d’acqua per ottenere una crema.

3. Unire i datteri alla miscela di mele e barbabietola e aggiungere la farina un po’ alla volta, mescolando.

4. Quando l’impasto ha una consistenza compatta, formare piccole palline e trasferirle su una teglia coperta di carta da forno.

5. Infornare e cuocere per 10 minuti.

Optional

6. Preparare la glassa mischiando acqua e zucchero e spennellarla sui biscotti quando si sono raffreddati.

Processed with VSCOcam with c1 presetBuon appetito e buon Natale!

The Family Food e il menù natalizio

Nonostante il gran parlare di cibo, l’overdose di chiacchiere su tutti i media, si continua a mangiare in modo poco sano e grande rimane l’ignoranza su come funziona la nutrizione. Si affrontano le diete con pochi concetti posticci e spesso falsi. Purtroppo si continua a mangiare in modo sbilanciato con il conseguente incremento di intolleranze e allergie.
Per tutti questi motivi, mi sono entusiasmata quando ho scoperto questo libro, un manuale di ricette dedicate alle madri sempre di corsa che però non vogliono abdicare ai cibi pronti, alle merendine e anche al piacere di coinvolgere i propri figli nell’arte e nel divertimento di creare insieme in cucina. Le autrici del libro Giulia Mandrino e Antonella Alfieri, nell’introduzione del loro libro lasciano grande spazio a un “ripassino” di biologia per spiegare i concetti base della nutrizione, parlano di micro e macro nutrimenti, delle combinazioni alimentari, ma anche dei pro e contro nei vari metodi di cottura, spiegano come leggere le etichette e illustrano pregi e difetti tra alimenti freschi e conservati. Un escursus completo per trascinare chi legge in cucina con loro, per imparare ricette originali di una cucina fusion, in cui si prediligono cibi sani e naturali.
Ogni ricetta non richiede più di trenta minuti di preparazione, sono tutte accattivanti e golose, rese ancora più invitanti dalle bellissime foto. Non è un libro di cucina vegana o vegetariana, ma verdure e legumi sono grandi protagonisti. E ci sono anche le alghe che oramai, fortunatamente, non fanno più paura a nessuno. Poi nell’ultima sezione si suggeriscono piatti per le occasioni speciali e in particolare alcuni dolci molto adatti per il menù natalizio, sano ma goloso, da affrontare senza troppi sensi di colpa. Ecco allora i loro pancakes, il cheesecake alla fragola, il budino love, i roll alla cannella vegani e la torta di grano saraceno.
04.DOLCI.indd

Torta di polenta alle arance e mandorle

Questa settimana vi propongo una ricetta non crudista, per cambiare un po’ e prepararsi all’ arrivo dell’inverno. Questa torta è soffice senza essere troppo densa e piacerà molto a chi non ama i dolci super dolci. È perfetta anche a colazione, magari con una bevanda calda, e le farine d’avena e di mais la rendono ricca di nutrienti e facile da digerire.

 

 

Ingredienti:

Scorza e succo di 2 arance

1 tazza di polenta

1 tazza di farina d’avena*

10 datteri

1 tazza e 1/4 d’acqua

3 cucchiai di sciroppo di riso

1 cucchiaio di burro di mandorle

1 cucchiaino di vaniglia in polvere

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

1 cucchiaino di aceto di mele

mandorle per decorare

*si compra così o si può fare sminuzzando dei fiocchi d’avena nel mixer.

 

  1. Preriscaldare il forno a 180°C.
  2. Mescolare tutti gli ingredienti secchi in una ciotola con la scorza d’arancia.
  3. Frullare i datteri denocciolati, il burro di mandorle, lo sciroppo, il succo e l’acqua in un mixer (assicurarsi che si chiuda ermeticamente, altrimenti usare una ciotola con un mixer a immersione!).
  4. Quando il mix ha una consistenza uniforme versare nella ciotola e mescolare.
  5. Aggiungere l’aceto di mele e mescolare.
  6. Trasferire in una teglia ricoperta di carta da forno e infornare.
  7. Cuocere per circa 40 minuti (o più a seconda del forno).
  8. La torta sarà pronta quando la superficie sarà leggermente crepata.
  9. Gustare calda o fredda!!

 

Raw vegan: biscotti al cocco, uvetta e grano sarceno

Un’altra ricetta velocissima per dei biscotti sani e gustosi. Sono ottimi come snack o a colazione. 🙂

Tempo di preparazione: 10 minuti

Per 10 biscotti

 

 

 

Ingredienti:

– 90g fiocchi di avena

– 90g cocco in scaglie

– 45g grano sarceno

– 2 cucchiai sciroppo di riso

– 1 cucchiaio di sciroppo d’acero

– 1 cucchiaino di cannella

– 1 cucchiaio d’acqua

– 3/4 cucchiai di uva passa

Processed with VSCOcam with f2 preset

  1. Sminuzzare avena, grano saraceno e cocco nel mixer, fino ad ottenere una farina.
  2. Aggiungere gli altri ingredienti e continuare a frullare.
  3. Quando il mix ha una consistenza appiccicosa, toglierlo dal mixer e stenderlo con un mattarello.
  4. Con una formina a scelta tagliare dei biscotti spessi circa 1 cm
  5. (facolativo) Decorarli a piacere. Io ho usato un po’ di olio di cocco e cacao.

Raw vegan: Brownies al caffè

Questi brownies sono facili e veloci da preparare e richiedono solo quattro ingredienti. *Tecnicamente il caffè non è crudo, quindi per una versione 100% raw andrebbe usato un sostituto (ma con il caffè “vero” sono molto buoni 😉 )

Tempo di preparazione: 5 minuti

Per 12 brownies

 

 

Ingredienti:

-150g di noci a piacere (io ho usato 100g mandorle e 50g nocciole)

-5 datteri

-4 cucchiai di cacao in polvere

-1 tazzina di caffè o sostituto (per esempio polvere di Maca)

Processed with VSCOcam with c1 preset

1. Frullare prima le noci fino ad ottenere una consistenza farinosa, poi mixare tutti gli altri ingredienti.

2. Trasferire il mix, che dovrebbe essere appiccicoso ma non bagnato, in un contenitore basso e rettangolare e stenderlo con le mani.

3. Lasciare in freezer per un paio d’ore.

4. Togliere dal freezer e tagliare a quadratini.

 

 

 

Raw vegan: mousse al cioccolato

Velocissima da preparare, questa mousse è ottima come dessert leggero o come snack.
Tempo di preparazione 5 minuti, per 4 persone.

Ingredienti:
3 o 4 avocado piccoli
55g di cacao in polvere
20 ml latte di mandorla
un cucchiaio di sciroppo di riso
un cucchiaio di sciroppo d’acero
un cucchiaino di vaniglia in polvere

1. Mettere tutti gli ingredienti nel mixer e frullare!

Questa è la versione più semplice, ma si può aggiungere una banana al mix oppure servirla con lamponi freschi, fragole e scaglie di cocco.

Processed with VSCOcam with c1 preset

Nuova rubrica: dolci raw vegan

Cosa vuol dire RAW Una dieta cruda esclude completamente tutti i prodotti di origine animale, e comprende frutta, verdura, cereali germogliati, noci e semi. Questi ingredienti vengono mantenuti sempre al di sotto dei 45ºC per non perdere importanti enzimi e proprietà nutritive. In questo modo il nostro corpo può beneficiare di più del doppio di vitamine, fitonutrienti e minerali rispetto a quando consumiamo alimenti cotti.
Perché crudo? Mangiare cibi non cotti significa ingerire tutti gli enzimi (regolano e catalizzano tutte le reazioni all’interno del nostro organismo) che ottimizzano la digestione e ci permettono di funzionare al nostro meglio, fisicamente e mentalmente. I benefici sono tantissimi: ottimi livelli di energia, vitalità, pelle, ugnhie e capelli sani e così via… E non serve stravoglere completamente la propria alimentazione, bastano piccoli passi nella direzione giusta, come consumare cibi crudi per un pasto o due, per notare i primi effetti.
Un esempio? Niente più senso di colpa e pesantezza dopo una fetta di torta al cioccolato!
Cosa serve Nonostante possa sembrare complesso e faticoso preparare un dessert crudo è molto più facile che cuocere una torta in forno (che non lievita, si crepa, per non parlare dello stress nel misurare perfettamente gli ingredienti!). Gli utensili ed eletrodomestici necessari sono quelli che abbiamo già in casa: frigorifero, mixer, ciotole e posate.
Anita