Rivelazioni

Cinque anni buttati al vento.
Cinque anni di pedalate inutili, o quasi.
Cinque anni in cui bruciavo gli zuccheri e non i grassi.
Cinque anni in cui dicevo: “Chissenefrega intanto qualcosa brucio”
E invece…ieri ho avuto la rivelazione. Una può faticare e sudare sulla cyclette, sul tapis-roulant o qualche altra diabolica macchina annienta ciccia e se non ha il giusto battito cardiaco, brucia gli zuccheri e non i grassi. Ergo, non dimagrisce. Magari non diventa molle come un budino, ma non perde un etto.
Sant’ già un po’ di tempo fa mi aveva guardato una mattina mentre pedalavo leggendo e aveva commentato:
“Vai troppo piano, così è fatica inutile”
Con la grazia di una moglie di lungo corso, gli avevo risposto:
“Fatti gli affari tuoi!” e avevo girato la pagina del mio libro.
Qualche settimana fa, è tornato alla carica e mi ha detto lugubre:
“Così ti vengono solo i polpaccioni”
Si è beccato la stessa risposta, ma il semino del dubbio l’aveva gettato.
Due giorni fa mi ha guardato e detto sconsolato:
“Non cambierai mai modo di usare la cyclette, vero?”
Il mio libro era particolarmente interessante, ero di buon umore e perciò gli ho risposto:
“Inizierò la prossima settimana” (sottinteso e adesso smettila di starmi addosso)
Ma poi in un impeto di gentilezza e curiosità ho aggiunto:
“Perchè come sarebbe il modo giusto?”
Mi ha detto che non dovevo morire arrancando su un percorso collinare, ma sceglierne uno più lineare e pedalare veloce. Ho ascoltato e poi quando sono andata in palestra per la mia classe di Gag ho chiesto all’istruttore. E qui ho avuto la rivelazione. Per dimagrire, consumare grassi, bisogna avere il giusto battito cardiaco: che deve essere il 70% di 220-l’età. Per conoscerlo è meglio indossare il cardio frequenzimetro che è un orologio abbinato a una fascia da mettere sul petto. Tempo fa me ne avevano regalato uno, l’avevo indossato due volte, poi mi ero detta “cos’è questa stupidata?” e l’avevo buttato da qualche parte.
Così adesso uso il cardio-frequenzimetro su un percorso lineare e vado veloce, ma non riesco più a leggere così ascolto gli audiolibri o la musica.
Però mi domando sono io l’unica idiota che non sapeva questa verità (potrebbe essere) o è un segreto per molte? Le macchine della palestra hanno la funzione “battito cardiaco” ma non è personalizzata: quanti la usano e ne conoscono il valore fondamentale?
Sant’, dall’alto del suo trionfo, mi ha detto che questo “segreto” tra il consumo dei grassi e degli zuccheri te lo insegnano alle medie. Allora ho preso il libro di scienze di Anita, ma le nozioni sono nebulose: c’è scritto che una Kcaloria sono 4gr di zuccheri e 9gr di grassi e da qui (secondo Sant’) si capisce tutto!
Poi ha avuto pietà di me e ha detto che lui essendo cresciuto in una famiglia di scienziati da piccolo non si è divertito tanto ma ha imparato molto.