Mamma marketing


Nonostante la crisi o forse proprio a causa di quella, le mamme sono diventate sempre più un appettitoso bocconcino per chi vuole vendere i propri prodotti. Tutti ci provano: da sotto, da sopra, di lato, in diagonale e naturalmente in rete. Ecco cosa propone, ad esempio, un simpatico sito americano per spillare qualche decina di dollari alle mamme in attesa: compratevi il kit per farvi il calco del pancione. Con contorno di colori, si spera atossici, per decorarlo a secondo del vostro estro. Gli americani, forse perchè non possono ostentare rovine storiche, la fissa del calco l’hanno sempre avuto: dalle impronte delle mani dei vip nel hall of fame di Hollywood ai più domestici calchi di piedini e manine dei figli a casa. Ma il calco del pancione per corrispondenza mi sembra l’apoteosi del kitsch. Alcuni anni fa avevo intervistato un’artista specializzata solo in mamme in attesa, i suoi lavori erano molto originali e toccanti. Purtroppo non tutte si possono permettere il busto della loro gravidanza da mettere in salotto. Ma allora come memento anche la classica foto può fare la sua “porca figura”.