Bambi Killers

Le cose non vanno proprio benissimo: i bambini cominciano a bere a 11 anni, non rispetteremo il trattato di Kyoto, a Milano c’è un boom di iscrizioni alle scuole private, con un incremento del 20% grazie all’acume del ministro Gelmini. Anche dagli States non arrivano news proprio edificanti: sono in aumento le donne cacciatrici, l’associazione American Huntress che raccoglie appunto quelle signore violente che, secondo me, sfogano le loro frustrazioni sparando a cervi, alci, caprioli, orsi e renne. La maggioranza di queste assassine di animali ha un livello di educazione universitaria e un reddito superiore alla media. Certo non cacciano per sfamarsi. Ma per il puro piacere di farlo e forse sono anche orgogliose di essere simili a Sarah Palin.
Ma quelle che sono madri che tipo di favole racconteranno ai loro bambini?
“…..e la fottutissima mamma di Bambi andò in giro a cercar guai…e la pagò cara”?
Oppure: “….quell’idiota del fratello di Winnie Pooh dava fastidio… e qualcuno si prese la briga di eliminarlo”, o ancora…”Babbo Natale applicò la soluzione finale e si comprò un pick-up…”?