Una voce incredibile

Ultimamente esco più spesso, prima andavo soprattutto al cinema ma adesso mi piace anche cercare localidove ascoltare musica. Anche perchè si fanno interessanti scoperte, a Milano ci sono un sacco di spazi dove si può trovare dell’ottima musica. Conoscere giovani artisti emergenti che non sono ancora nel circuito musicale mainstream. L’altra sera infatti ho avuto il piacere e la fortuna di assistere all’esibizione di un ragazzo molto talentuoso: Andrew Xeniadis, giovanissimo, sta per compiere 23 anni, ha una voce veramente incredibile.

La sua esibizione mi ha molto colpito e quando è sceso dal palco, mi sono comportata, (senza vergogna!) un po’ da fan. Ho cercato di conoscerlo e non ho potuto far a meno di fargli alcune domande. Così ho scoperto che la sua capacità canora è frutto di anni di passione per la musica, i suoi modelli sono di altissimo livello: gli artisti dell’area R&b, soul, pop, e gospel. Ammira e si ispira a Ray Charles, Stevie Wonder, Michael Jackson, Prince. Ma questo ragazzo non si è limitato ad ammirare i suoi idoli musicali, per emularli ha studiato canto e tecnica musicale già dieci anni, iniziando con la scuola media.
(Riprova che le scuole medie musicali funzionano, danno ai ragazzi i primi importanti fondamenti musicali e li aiutano, imparando a suonare insieme, a superare il panico dell’esibizione!)

Da quegli anni in poi Andrew (metà italiano e metà greco) non si è più fermato. Ha vinto una borsa di studio per il prestigioso Berklee College of Music di Boston. In quella occasione ho partecipato ad una selezione con 100 studenti provenienti da tutto il mondo per la performance di fine corso. Ed è stato selezionato tra i 10 vocalists che si sono esibiti al concerto finale.
E poi ancora studio, musica e studio. Tornato in Italia ha finito il liceo, partecipato anche a XFactor e poi si è iscritto a un’altra scuola prestigiosa la BIMM di Londra.

Più recentemente, oltre a esibirsi in due edizioni dei concerti Back to Black, è lead singer con il coro Gospel Oh!rdinary People, poi ha prodotto il suo primo singolo Tell me the truth. Ora sta lavorando al primo album che spera di far uscire nel prossimo anno.

Il 18 novembre, mi ha raccontato, che sarà ancora a Milano al Memo, dove presenterà il suo nome d’arte Drew, non posso certo perdermi lasua esibizione!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

nine + eight =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.