Panoramica europea sui vaccini

Mi hanno inviato questa infografica che fa il punto sulla situazione vaccinale in Italia e in Europa e mi sono stupita nel vedere che in alcuni paesi altamente civilizzati, come ad esempio Inghilterra, Irlanda, Spagna, Portogallo, la situazione sia così diversa dalla nostra realtà.
Le discussioni e le polemiche sui vaccini continuano, personalmente ho vaccinato le mie figlie, mi sono astenuta solo nel caso del papilloma virus, dopo essermi ampiamente informata (ed esserne anche stata vittima con conseguente tumore al collo dell’utero).

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la soglia di sicurezza minima di uno Stato, si aggira intorno al 95%. Sotto questa percentuale gli agenti patogeni, responsabili dell’insorgenza di specifiche malattie, continuano a diffondersi nella società.
Dall’attività dell’Istituto Superiore di Sanità è emerso che in Italia questo limite non viene raggiunto per nessuno dei vaccini monitorati.
Si avvicinano alla copertura minima richiesta, (93%) solo i vaccini che contrastano Epatite B, Tetano, Polio, Difterite, Pertosse, Hib. Al contrario, la minor copertura vaccinale riguarda la varicella (30%).

Con l’approvazione del nuovo decreto legislativo sulla materia, il cui fine è ridurre al minimo la diffusione delle malattie infettive prevenibili da vaccino, per i minori da 0 ai 16 anni sarà obbligatorio effettuare determinate vaccinazioni.
Nel caso in cui ciò non avvenga, verrà corrisposta una multa e sarà preclusa al minore l’ammissione all’asilo nido e alle scuole dell’infanzia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

twenty − eleven =