La giornata del pistacchio

Scommetto che non lo sapete, ma oggi è la giornata internazionale del pistacchio.
(D’altronde adesso è molto di moda e c’era quasi da aspettarselo).
Quando ero piccola invece andavo in gelateria e guardavo quel gusto strano con molto sospetto. Mi inquietava, mai e poi mai l’avrei provato.
Mi faceva impressione soprattutto il colore: quel verde prato così vivido.
A quei tempi, esageravano un po’ con i coloranti, dopo il blu del gusto Puffo non c’è stato più ritorno.
Invece, da qualche anno, il pistacchio in gelateria è tornato alla grande, con un verde molto più sobrio e accettabile.
Però un elemento di sospetto è rimasto: tutte le gelaterie specificano che si tratta del pistacchio di Bronte (dove non sono mai stata, ma immagino sia un posto piuttosto piccolo) invece con tutto questo pistacchio che imperversa ovunque dovrebbero esserci ettari su ettari su ettari di pistacchio a Bronte.
Un continente pieno di pistacchi, altrimenti come fanno a fornire tutte le gelaterie d’Italia?
E comunque, il World Pistachio Day non è stato organizzato dai produttori di Broni ma da quelli americani, infatti lo scrivono un po’ male con una sola “c”. E della pronuncia non parliamone nemmeno, perchè si incartano da matti.
Pistascio.
I pistacchi oltre a essere buonissimi, sono un prezioso alleato di salute e benessere, lo snack ideale con solo 160 calorie per una porzione di circa 30 grammi (che mi faccio fuori in un attimo).
E ultimamente sono usciti dal ghetto delle ricette dolci, pechè così versatili in cucina. Così, per festeggiare degnamente questa festa,vi suggerisco un paio di ricette al pistacchio, dello chef Daniele Canzian, super golose che fanno anche bene alla linea e al cuore.
(Con commento autorevolmente scientifico del nutrizionista)
Buon appetito e corro al super a comprare un po’ di sacchettini di pistacchio, rigorosamente non salati.

SPAGHETTI INTEGRALI, CACIO PEPE E PISTACCHIO
Kcal a persona 425 circa

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 g. spaghetti integrali
4 cucchiaini olio extravergine di oliva
Pepe macinato fresco (una presa)
80 g. pecorino grattugiato fresco
100 g pistacchi americani salati tostati e tritati grossolanamente

PROCEDIMENTO
Saltare in padella con sale, senza olio, i pistacchi tritati grossolanamente.
Cuocere in acqua bollente gli spaghetti integrali. Recuperare poca acqua di cottura ed emulsionare con parte del pecorino ed una presa di pepe macinato.
Scolare gli spaghetti, condirli in padella con la salsa precedentemente ottenuta, l’olio e dell’altro pepe (tutto a crudo).
Saltare leggermente gli spaghetti quindi stendere sul piatto gli stessi, cospargervi sopra i pistacchi e spolverare di pecorino.

Il commento nutrizionale del Dott. Nicola Sorrentino
La pasta integrale è ricca di fibre e apporta meno calorie rispetto a quella più comune, inoltre rallenta l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri. I pistacchi e l’olio extravergine d’oliva intensificano l’effetto salutare.

cacio pepe pistacchio

POLPO AL VAPORE, PESTO DI PISTACCHI E PUNTARELLE
Kcal a persona 220 circa

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 g. polpo a tocchetti pulito
240 g. puntarelle
80 g. pistacchi americani sgusciati e tritati finemente
4 cucchiaini olio extra vergine di oliva
80 g. pomodorini datterini tagliati a cubetti
Scorza di un limone grattugiata
Succo di un limone

PROCEDIMENTO
Per la preparazione del pesto di pistacchio:
in una ciotola riunire i pistacchi tritati molto finemente, i pomodorini a cubetti piccoli, l’olio, il succo di limone e la buccia di limone. Frullare leggermente in modo tale da ottenere una salsa densa.
Cuocere il polpo in acqua (partendo a freddo) per circa un ora o comunque sino a che risulterà molto tenero.
Durante la cottura del polpo pulire le puntarelle, tagliarle a fettine sottili e lasciarle per 30 minuti in acqua e ghiaccio affinché possano arricciarsi leggermente.
Raffreddare il polpo. Tagliarlo in tocchetti di un centimetro circa, condirli con pochissimo sale.
Salare appena anche le puntarelle, disporle nel piatto con i tocchetti di polpo quindi condire con il pesto ai pistacchi.

Il commento nutrizionale del Dott. Nicola Sorrentino
Questo piatto, povero di calorie ma ricco di gusto e proprietà benefiche, è indicato per chi vuole dimagrire. Le puntarelle apportano solo 10 kcal x100 grammi, il polpo 57 kcal. Dal sapore amarognolo ma piacevole, le puntarelle contengono inoltre vitamine e sali, oltre a sostanze antiossidanti come i flavonoidi e all’inulina, quest’ultima potente probiotico. Il polpo è povero di grassi e ricco di tessuto connettivo con effetto saziante. A completare l’effetto salutare del piatto, l’olio extravergine d’oliva, i pomodorini e le scorzette di limone. Non potevano mancare i pistacchi per rafforzare le proprietà antiossidanti.

polpo pesto pistacchio

2 comments

  • Amo il pistacchio.
    Lo amo da tempi non sospetti, anche quando era fuori moda, se poi tra i gusti di gelato trovo anche la cannella ecco il cono perfetto.