La nostra famiglia da qui in poi

I  matrimoni durano in media quindici anni, l’amore finisce per vari motivi. Il progetto familiare sbiadisce, l’entusiasmo dei primi tempi evapora e alla fine, soffrendo, si decide che la convivenza sia divenuta insopportabile. E ci si separa. Per andare alla ricerca di una nuova serenità, per rifarsi una vita, per trovare un equilibrio più stabile. Ma quando ci sono di mezzo i bambini questo piano di cambiamento, questa ribellione a una routine che va stretta, si complica molto.
Simona Rivolta, psicologa che si occupa dell’evoluzione della famiglia nella società attuale e lavora a Milano presso la Fondazione Minotauro, ha scritto questo manuale  per aiutare i genitori in crisi a vivere meglio il momento della separazione e ad arginare il più possibile il disagio dei bambini.
Da spettatrice privilegiata, grazie alla sua esperienza clinica, ha potuto osservare che i danni inconsapevoli che i genitori sul punto di separarsi fanno sono dovuti essenzialmente a un errore di prospettiva. Madri e padri vedono la separazione da un punto di vista essenzialmente “adulto”, ignorando le vere esigenze dei bambini.
Il primo sbaglio è minimizzare la sensibilità dei più piccoli e illudersi di proteggerli con delle scuse, delle menzogne raccontate a fin di bene. Per cercare di far vedere ai bambini i vantaggi della nuova situazione.
La propaganda più banale è quella che prospetta doppi regali a Natale, ai compleanni, doppie vacanze, doppie camerette, ecc. Una bugia patetica quasi come dire “é buono, sa di pollo” quando si cerca di far mangiare il pesce ai bambini.
I commenti e le osservazioni dell’autrice (separata a sua volta) sono coraggiosi e provocatori rispetto a una mentalità comune che spesso sembra sminuire l’impatto della separazione sulla psicologia dei figli. Ma nelle pagine de La nostra famiglia di qui in poi c’è molta empatia e il titolo stesso ne spiega l’obiettivo: aiutare chi si sta separando a capire che la famiglia va preservata. Continuerà a esistere e per farlo deve evolvere dallo status precedente a quello successivo, dove il padre e la madre non vivono più insieme ma continuano a esercitare il loro ruolo dei genitori al meglio delle loro possibilità.
Non è semplice ma la lettura di questo manuale può essere di grande aiuto.