Un tuffo nel water

salone
Venerdì sono stata a Torino, al Salone del libro.
Avevo organizzato tutto per una giornata piena di impegni e incontri.
Tutti, più o meno, da perfezionare all’ultimo momento con un colpo di telefono.
“Va bene, quando sarò lì, ti avviserò”
Di prima mattina, dopo essermi registrata e prima di iniziare del mio giro di appuntamenti, sono andata in bagno con il cellulare nella tasca dei jeans.
E’ stato un attimo. Ho sentito un plof.
Non volevo crederci.
Invece sì: il mio iPhone si è tuffato nel water.
La disperazione ha avuto la meglio sul disgusto e l’ho ripescato immediatamente.
Ho ululato di rabbia asciugandolo.
Dopo il primo momento di choc ho capito che potevo mandare sms ma non telefonare.
Così è stato tutto molto più complicato del previsto.
Traumatizzata, incontravo le persone e invece di dire “buongiorno”, esordivo con: “ho buttato il cellulare nel water”.
Provocando reazioni contrastanti. Alcuni provavano empatia, altri si allontanavano schifati.
A metà pomeriggio l’iPhone è spirato definitivamente.
Tornata poi a casa, l’ho lasciato 2 giorni a bagno nel riso e adesso posso mostrare un cauto ottimismo.
Forse Steve Jobs ha fatto il miracolo.
Oppure è stato merito del riso carnaroli.
In ogni caso, pare che funzioni di nuovo.

13 comments