Volevo scrivere un romanzo erotico

Dopo il successo planetario delle famigerate Cinquanta sfumature, tutte cercano di scrivere un romanzo erotico, anzi una trilogia, per svoltare. In questi momenti economicamente bui, dopo la rapina in banca, la letteratura pornosoft sembra essere l’unica via di sbocco. Infatti già un paio di mie amiche l’hanno fatto e vedremo come andrà a finire.
Quindi mi sono detta why not?
Naturalmente sotto pseudonimo, perchè una volta tanti anni fa, mi era stata commissionata, da un mensile con cui collaboravo, una guida sessuale per teenager che avevo scritto dietro lauto compenso.
Frequentando poi l’edicola di quartiere ne avevo parlato con l’edicolante.
Quando era uscita la rivista con in allegato la mia guida, edicolante aveva commentato “roba forte” e aveva cominciato a guardarmi strano. In verità erano proprio cose base, tipo “se dopo un rapporto ti fai un bidet con la Coca Cola non è vero che non rimani incinta”. Ma quell’edicolante, anche successivamente quando aveva cambiato mestiere e preso un negozio di pasta fresca, aveva continuato a guardarmi strano…
Per cui, era certo che il mio eventuale romanzo erotico sarebbe stato rigorosamente anonimo. Così salvato il problema reputazione, ho cominciato diligentemente le mie ricerche.
In senso letterario non fisico.
Partendo dalle copertine, che ho studiato con accuratezza.
Ho scoperto che sono tutte un po’ cupe: marroni, nere, dorate o rosso cardinalizio. Abbelliscono queste cover pezzi di corpo che non si capisce bene cosa siano, tipo gole, ascelle, gomiti, accessoriati da close-up di gioielli o frammenti di tacchi. Tutto ciò probabilmente è stato studiato per rendere l’idea del torbido, dello sguardo dal buco della serratura. Magari dell’essere bendato e non vedere una cippa..
E già qui sono iniziate le mie perplessità.
Ma ho iniziato la lettura. Primo libro, niente titolo per non essere cattiva.
Prima pagina: la protagonista si trucca, si veste, si mette i tacchi (che noia, tutte queste libertine aborriscono le ballerine, invecchiaranno con l’alluce valgo)
…saluta i cani ed esce correndo….
E qui mi è venuta in mente la Pimpa:
…saluta Armando ed esce correndo…ha tanti amici 303 perchè è la Pimpa ecco perchè…
Anche la protagonista di questo romanzo ha tanti amici e qualche amica (meno di 303, però fa tante cose con loro)
Non sono riuscita a macinare molte pagine perchè la similitudine con la Pimpa non mi faceva prendere seriamente la lettura.
Sono passata a un altro libro, di cui riporto una frase fortemente emblematica, non solo del plot di questo romanzo ma di tutta la letteratura di questo tipo:
…mentre giacevo lì mugolante, si strappò i vestiti di dosso come se gli ustionassero la pelle…
Prego notare il gerundio presente del verbo mugolare!!!
(Potrei scrivere altre frasi molto più divertenti, ma non voglio eccitare google)
Comunquequesto è lo stile, dagli occhi color caramello fuso di Mr. Grey delle Sfumature è andata sempre peggio.
Tra una risata e l’altra, ho fatto una piccola lista di alcuni sostantivi, aggettivi e verbi che vengono usati a profusione:
estasi, incandescente, braccia possenti, il mio nido, gemere, turgidi, onda, inarcare, dio greco, urlare
Probabilmente mettendo in un software ad hoc tutti questi termini con una spruzzatina di altri termini anatomici base, frullando il tutto e ripetendo più volte l’operazione, viene fuori, se non una trilogia, almeno un racconto erotico. Come nel Bimby che si introducono tutti gli ingredienti e poi escono le lasagne.
A farmi essere così maligna sarà l’invidia delle vendite, la dignità o anche solo la mia incapacità, ma ho capito che non saprò, non potrò, scrivere un romanzo erotico.
Il progetto è stato abbandonato, piuttosto taglio sul budget.
Comunque, per un eventuale approfondimento sul tema, qui trovate la mia recensione al best-seller Io ti voglio.

13 comments

  • eccoti qui finalmente.
    Mmmmm a me le sfumature erano sembrate così così però la moda è la moda e le ho lette diligentemente tutte… ma poi basta… ora all’iper c’è l’angolino come dici tu a tinte cupe e contenuto mugolante!!!!

    • patriziavioli

      Sono cotenta che mi confermi le tonalità 🙂
      E il fatto di essere esposti al supermercato aiuta tantissimo questi libri a vendere!

  • Mi hai fatto ridere …. saluta l’armando, cioè i cani ed esce correndo, naturalmente sui tacchi,,, e come no, anche io tutte le mattine saluto i cani ed esco correndo, poi smadonno perchè non ho le chiavi della macchina, trovo le chiavi, ma non c’è benzina, prendo l’altra macchina, imbarco i bambini, gli zainetti, la borsa, caxx, le merende, torno a casa, rientro in macchina, ri-saluto i cani, uhm… che puzza di cacca, torno a casa, cambio il nano….
    di mugolante alla fine c’è solo il mio umore e gli alluci, of course, che co’ ‘sti tacchi se so’ sfrantoiati pure loro.
    hai ragione, l’erotico non è per noi ;)))))

  • io resisto stoica, non mi lascio abbindolare e poi adesso con l’immagine della pimpa (che seguo ttti i gironi e più volte al giorno) di sicuro non potrò più nemmeno avvicinarmi all’angolino erotico delle librerie senza scoppiare a ridere

    • patriziavioli

      La Pimpa è mitica e ritorna a galla nei momenti più impensati 😀

  • Già non avevo nessun intenzione di leggere nulla del genere ora ancor di più, riderei troppo pensando alla Pimpa!!!!!!!! ^_^

  • Sei fantastica come sempre!!! Mi fai troppo ridere…
    🙂

    • patriziavioli

      Sono contenta di avervi divertito, era un po’ che l’avevo in mente questo post, poi pensavo è troppo scemo e invece…:)

  • Io ho provato a leggere il primo delle 50 sfumature, sono arrivata alla fine perché volevo capire il perché di tanto successo, non ci sono riuscita…
    E non riesco nemmeno a capire l’ondata di americane che dicono che la trilogia ha cambiato loro la vita: poverine!!

    • patriziavioli

      Senz’altro ha cambiato la vita dell’autrice, la furbona che è diventata milionaria!

  • Oh mamma, se riesci a tirare fuori un romanzo erotico con protagonista una che indossa le ballerine e s’arrapa davanti all’Armando della Pimpa penso che sistemerai a livello economico te e la tua famiglia per 3 generazioni!!!! 🙂 Quasi quasi se fossi in te ci farei un pensierino… 😉

  • patriziavioli

    Grazie del consiglio! In effetti bisognerebbe rispolverare un po’ Armando…un po’ molto 😀