Arrivederci a primavera

Credevo di farcela, di avere il tempo di lavorare al mio romanzo, aggiornare il blog e frequentare la rete. Oltre naturalmente a smazzarmi tutte le altre incombenze familiari che mi toccano. Ma purtroppo non è così. Non ho tempo per far tutto e quindi visto che devo rispettare un contratto che ho firmato e dar da mangiare alle mie figlie, l’unica attività che non mi porta grane legali (pagamento di penali o perdità della… matria podestà?) se bigio un po’ è il blog e perciò, con grande rammarico, sacrifico questa.
Mi dispiace ma devo prendermi un mesetto o più di aspettativa, ci riaggiorniamo a primavera, verso fine marzo. Fate le brave e non dimenticatemi 🙂

Nel frattempo vi lascio come souvenir la scheda del romanzo…

Una famiglia di bellissime senza scrupoli vede gli uomini solo come polli da spennare finchè non si imbatte in quello pericoloso che fa sballare il budget.
Tre generazioni di donne disposte a tutto per vivere nel lusso. La nonna, reginetta di bellezza d’antan, è la matriarca e con il suo carattere volitivo e cinico detta legge. Ha addomesticato figlia e nipoti al credo di famiglia: meglio non lavorare ma cercare uomini sponsor, da compiacere e sfruttare. Relazioni senza emozioni e sentimenti per non rischiare di perdere il controllo e di conseguenza anche il reddito.
Ma un giorno irrompe un elemento destabilizzante: una delle nipoti si innamora. Il suo cuore congelato dal cinismo delle regole familiari comincia a sciogliersi per un bel barista, giovane e spiantato. Uno scandalo, per mamma e nonna che non tollerano questo sciagurato cambiamento di rotta e tentano in ogni modo di riportarla sulla “retta” via.
La ragazza abdicherà nel nome dell’interesse familiare o si toglierà gli anelli di Pomellato per preparare insalate nel bar del suo amore?

24 comments

  • una trama avvincente!

    Allora BUON LAVORO e a presto!!!

    🙂

  • Mi spiace per l’abbandono (sì, mi sento come un cagnolino in autostrada a freragosto…#mecattiva) ma lo capisco.
    E se ti porterà a far uscire prima il libro…ben venga perchè son già curioserrima!

  • In bocca al lupo, ti aspetteremo!

  • Vai Extramamma! Go for it!!!!

    E se ce li hai, mai togliersi gli anelli di pomellato!!!!!

  • ti aspetteremo! baci

  • extramamma

    Grazie a tutte di cuore!

  • WOW!!! E poi, e poi???…. Lo so, mi tocca aspettare!
    Lavora serena, noi non ti dimentichiamo di certo.
    Buona scrittura,
    D

  • La trama fa venire voglia di leggere ancora, e ancora. Arrivederci a primavera, ma torna presto!

  • Buon lavoro, aspetteremo il tuo romanzo e il tuo ritorno!

  • ovviamente mi dispiace, ma tanto tanto ma è ovvio che ad un certo punto bisogna smettere di aggiungere impegni alla giornata e bisogna cominciare a togliere.
    io ti aspetto qui o in libreria, tienici informati!
    ps devi ancora firmarmi il primo libro, che l’ho presto e nn è ancora tornato indietro, spero di averlo con me la prossima volta che ci vediamo!

  • Titti

    Mi raccomando ogni tanto tira il fiato e ricordati che c’è sempre tempo per un caffè :-))

  • Buon lavoro e a presto!

  • Lisa

    Buon lavoro Patty ma se ti va un caffe’ veloce chiamamiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  • Buon lavoro e se ti senti troppo sola passa a salutarci!
    francesca

  • Food luci, mi mancherai, a presto

  • elisa

    Cara..capisco, mamma in ospedale, gemelli, lavoro e marito…non vedo l’ora di leggere il libro!!!!
    Maman est fatiguée

  • Questo voglio proprio leggerlo… Aspetto volentieri la primavera.
    Intanto buon lavoro!

  • Bon travail carissima, non vedo l ora d leggerti! 🙂

  • Grazie a tutte! (sono uscita un mmento dalla tana)

  • io ti aspetto….;-)

  • Grazie ancora, sono ancora viva e comincio a vedere una fievole luce alla fine del tunnel!
    baci

  • Marianna L.

    Complimenti per il blog. Ti faccio i piu’ grandi in bocca al lupo per il nuovo libro. Prenditi tutto il tempo che ti serve. Attendo l’annuncio della pubblicazione per tuffarmi nella lettura. Mi trovo anch’io a condividere la passione per la scrittura. I racconti per bambini sono la mia passione. Per tanto tempo ho scritto delle cose, preoccupandomi poi di chiuderle ben bene in un cassetto. Ma, contro ogni aspettativa, quest’anno il cassetto l’ho riaperto e ho trovato La Caravella, una casa editrice della mia zona interessata agli scrittori emergenti. Tutto lascia ben sperare. Un in bocca al lupo a te (e anche a me!:) Mary

    • Grazie del commento e hai fatto bene, non bisogna mai smettere di sognare di realizzare i propri progetti, fammi sapere quando esce!