L’irritante Sarah Jessica

Ieri sera sono stata alla prima di Ma come fa a fare tutto? , il film tratto dall’omonimo best-seller dell’inglese Allison Pearson. Avevo letto il libro tanti anni fa quando era uscito, la storia, molto divertente, è stata il canovaccio su cui si sono basati poi tutti gli esempi di mommy-blogging. Quindi sono andata al cinema piena di aspettative. Ma purtroppo film con la Parker protagonista è tutta un’altra faccenda.
Troppo hollywoodiano e soprattutto con la protagonista sbagliata, Sarah Jessica Parker: pessima attrice, miracolata da Sex and the City, oltre ad apparire sempre uguale a sè stessa è decisamente improbabile nella figura di madre incasinata. Magrissima, impeccabile anche quando si danna perchè ha una finta macchia di latte e cereali sul blazer. Qui si trasforma in un personaggio macchietta: ammicca e si strugge nel conciliare carriera e maternità in modo esagerato e ultra irritante. Nella pellicola ci sono varie battute divertenti, quasi tutti i personaggi comprimari sono azzeccati (anche il vecchio Pierce Brosnam se la cava) ma alla fine il plot è stucchevole, piatto, con uno scontato lieto fine. Insomma il romanzo della Pearson, ironico, ricco e profondo, è stata malamente svuotato per incontrare le esigenze di botteghino. L’unica buona notizia che ho ricavato da questa pellicola è lo sdoganamento delle calorie superflue: Sarah, la cessa non più di primo pelo, è così secca e ultra-grinzosa, con spaventevoli mani ossute da ottantenne, che ora corro a mangiarmi due bomboloni perchè, anche se sono sempre attenta alla tirannia della bilancia, non voglio rischiare di trasformarmi in una mamma emaciata e incartapecorita come come lei.

27 comments

  • come recensione e’ davvero eccellente (sono totalmente empatica sulla chiosa finale 😀 ). ciao!

  • nooooooooooooo, già stavo assaporando una seratina al cinema – magari da sola visto che ho un cinemino parrocchiale davanti a casa e confesso ci vado persino in pantofole – e hai distrutto tutte le speranze. 🙁
    unica consolazione lo sdogamento delle calorie e si le mani delle super magre sono davvero terribili, io i chili in più ce li ho, ma non ho una ruga, tiè a Sarah.

    MarinaM

  • extramamma

    Soleil
    😀 lei è scheletrica e noi mangiamo!!!
    MarinaM
    come ti capisco, anch’io ho il cinemino parocchiale: una vera figata!
    Ti ricordi quanto avevano criticato le mani di Madonna, dicendo che forse le aveva pure rimpolpate? Beh, SarahJess dovrebbe farlo! E in fretta! (siamo due cacche?!)

  • non l’ho ancora visto, ma lei mi sta sulle scatole a priori. Poco credibile, pessima attrice in generale (anche in sex and the city fa pena, dai) e oscena quanto a corpo (veramente aspiriamo a diventare donne mature/vecchie anoressiche come lei?) Quando l’avrò visto, ti farò sapere… di certo non iniziamo bene!

  • Evviva!Una che la pensa come me. Il film non l’ho visto, ho trovato troppo carino il libro e temo la delusione, ma di una cosa son convinta. E’ la protagonista più sbagliata possibile…e francamente ha stufato!

  • PEccato! Il libro mi era piaciuto così tanto e mi sembrava si potesse ricavare qualcosa di buono anche con un film…Avevo anche già organizzato un’uscita con amiche…
    Va beh! Vorrà dire che se non esce entro 10 km da casa non vado a vederlo!

  • Mia

    volevo andarlo a vedere ma asto punto mi sa che aspetto che lo passino su sky va…

  • La scorsa settimana la copertina di VF era dedicata a lei ed all’interno c’era l’intervistona,non mi erano piaciute le foto del servizio che seppur essendo di Testino lei era troppo ingessata (ormai guardando american next’s top model so tutto sul come fare una foto), i figli son bellisimi, sulle mani hai ragione io tutte le sere stendo un copioso velo di crema all’arnica e in alcune donne son la prima cosa che guardo, boh a me i film come questi di solito involgiano popcorn del microonde e mega bicchierone di chinotto per una domenica pomeriggio senza pensieri.

    Ma perchè non riesci ad infilarti in qualche rivista come recensitrice di film, mi piace troppo come li racconti

  • OOOOOOOOOH! Finalmente qualcuno l’ha detto! Sarah Jessica Parker è una pessima attrice e, secondo me, le fanno anche fare ruoli che non le si addicono. Oltretutto è pure brutta e non ho mai capito perché in Sex and the City passava per super figa. Grazie.

    : )

  • e sì che di solito film di questo genere mi rilassano. ma grazie per l’avvertimento, andrò a rilassarmi altrove!

  • wow! ahahah condivido appieno le tue idee sulla Parker XD
    il film è perfettamente improntato sul genere cinematografico che più apprezzo (a casa), ma la presenza la sua presenza mi impedisce di volerlo vedere.
    a questo punto ne approfitterò per leggere il romanzo e scartare la pellicola

  • extramamma

    Mammatorino
    bene, pensavo di essere ipercritica, invece….anche tu sei una iena 😀
    Newmoon
    infatti per me ci stava bene un’attrice un po’ più sgarruppata, meno perfettina, una Kate Winslet (che per me è molto brava) e anche più in carne e materna. Ma temo che la Parker, che oramai è una multinazionale sia anche coinvolta nel finanziamento del film.
    Alchemilla
    sì se te lof anno di fianco a casa e chiacchieri con le tue amiche durante il film, ne avale anche la pena 🙂
    Mila
    visto in casa, mentre sparecchi o carichi la lavatrice, acquista tutto un altro fascino!

  • extramamma

    Agrimonia
    anch’io ho letto l’intervista che citi, la cosa che mi ha dato fastidio è la storia della seconda gravidanza con l’utero in affitto…se Sarah Jessica è troppo vecchia per figliare ma piena di soldi sarebbe stato eticamente più sano che avesse adottato due bimbe invece di farsele fabbricare su misura. Non trovi?

    Sullo scrivere le recensioni, ti ringrazio del complimento, ma è un ruolo ambitissimo (si va a tutti i festival, si è temuti/stimati) è una carriera che ci vogliono anni a costruirsi…a meno che non mi proponga per qualche mezzo di informazione minore, come ad esempio “la Gazzetta della brugula” sempre che esista!!!!
    Camilla
    grazie a te per il simpatico commento che sembra provenire dal cuore 🙂
    Condivido al 100% e se volevano proprio metterci una da sex and the city, allora non era meglio Charlotte? La mora carina?
    ‘povna
    sì è meglio scegliere un’altra pellicola a scopo relax perchè questa anzi ti fa un po’ arrabbiare, perchè il tema della conciliazione è anche serio e qui diventa una caricatura!
    Lilith
    Il romanzo è molto accattivante, il film un marchettone (e così affondo il coltello)!

  • Ah, meno male che non sono la sola a odiare la Parker. Ma perché la citano come icona di stile? Audrey era un’icona di stile, lei è un manico di scopa (ne ha anche l’espressività, oltre che l’aspetto!)

  • Kisha
    ci conosciamo e la pensiamo allo stesso modo, bene!!!!

  • Grazie della recensione. Credo che lo vedrò giusto per criticare…

  • Rigurado le gemelle della Sarah, la penso esattamente come te, anche se più per l’età ho pensato che l’avesse fatto per non rovinarsi il fisico, una volta ho vsto un srvizio che parlava delle donne indiane che fanno questo “lavoro”….ed ogni volta mi sale la bile al pensiero della merda di legge che c’è in italia.

  • Destinazione estero
    però ci sono delle belle vedute del paesaggio!
    Agrimonia
    è vero sulle indiane, l’ho letto anch’io: alla faccia dello squilibrio ormonale e la depressione post partum!

  • ma che peccato! ero in grande attesa, ho letto il libro ormai anni fa quando il mommy blogging non esisteva quasi ancora e mi era piaciuto tantissimo (vedi qui http://momsinthecity.wordpress.com/2011/07/27/ho-letto-ma-come-fa-a-far-tutto/) il film ero certa non sarebbe stato all’altezza del libro però non credevo così male, la parker non è una grande attrice, ma io la amo teneramente perchè mi ricorda sex&thecity e i miei anni da single. Peccato, peccato… sulla conclusione godereccia, approvo, è una delle mie consolazioni quando salgo sulla bilancia: un bel po’ di ciccia, ma niente rughe.

  • Mr. Simpatia

    A me la Sarah Jessica Parker, (nome che tra le altre cose sembra essere uscito dal fumetto di SPIDERMAN) mi è sempre stata sulle “OO” da sex&shoes ai tremendi sequel cinematografici & e &2 che poi scusate ma questa donna ha la testa come quella di un moai anoressico. basta farle fare film!!!

  • Angela
    per essere un (ex) fan l’hai presa bene, mi sarebbe spiaciuto molto litigare con te per colpa della Parker 🙂
    vengo a leggere la tua recensione!
    Mr.Simpatia
    il tuo nick è azzeccatissimo: moai anoressico mi ha fato ribaltare!

  • tanto io al cinema chissà per quanto tempo non ci potrò più andare …

  • E’ vero, “Charlotte” sarebbe stata sicuramente molto meglio, anche Renée Zellweger, forse. Insomma, qualcuno di più mammesco, di certo non quel manico di scopa!

  • non mi ispira per nulla ma andrò a vederlo, proprio per quel fascino quasi sociologico che mi inducono prodotti di questo genere, che ho bisogno di capire come i Media pensano sia giusto rappresentarci. Non so, sarà che sto leggendo “Donne che corrono coi lupi” ma la donnina perfettina che fa la macchietta alle donne della realtà mi fa scendere un gran catenone…Ho voglia di vederti tesoro, spero tu stia bene panz

  • Eligraphix
    mai dire mai!
    Camilla
    ti quoto in pieno!
    Panz
    anch’io ti ho molto pensata in questi giorni, c’è senz’altro telepatia (oltre che amore)!
    Sul cateneone sceso concordo in pieno, dopo aver visto un film così a una vera mamma, cioè normale, girano ancora di più. Questa melassa hollywoodiana è vergognosa, nel libro invece la protagonista se lo guadagnava l’happy ending!

  • wow! l’hai stroncata! sono molto curiosa di andarlo a vedere, anche se non ho letto il libro, ma temo molto l’effetto “holliwood” di cui parli.
    E comunque complimenti per la conclusione: w il bombolone!

  • Marica
    piacere di conoscerti, ho visto il tuo sito, molto carino!
    mi sembra però che qualcuno ti abbia copiato l’idea, la rete purtroppo è tutto un ruba-ruba 🙁