Honey moon 2

Per festeggiare vent’anni di matrimonio Sant’ e io abbiamo trascorso un romantico weeekend in un confortevole e panoramico hotel sul Lago Maggiore.
Nella nostra mini luna di miele, dopo due decenni dal fatidico “sì”, siamo stati meno coinvolti nella vita di coppia e più propensi ad ascoltare e guardare quello che succedeva intorno a noi.
Ecco qualche esempio…
In un paio di saloni del nostro hotel si svolgeva una festa di nozze.
Mentre prendevo il sole a bordo piscina nel parco dell’albergo Sant’ mi ha chiesto:
“Hai visto il nome degli sposi?”
“No, perchè?”
“Erano scritti su un cartello all’entrata della sala della festa: Andrea e Giacomino!”
“Ma va! Due gay?”
“Sembrerebbe”
“FIco! Come in Olanda e in California!”
“Magari Andrea è la sposa…”
“Sì, come in Germania, dove è un nome da donna…speriamo di no”
“Il primo matrimonio gay in Italia, in questo paesino…strano”
Il mio vecchio spirito da cronista stava risvegliandosi sotto la crema solare:
“Dovrebbero esserci giornalisti, televisioni…andiamo a vedere gli ospiti”
Ci siamo appostati all’uscita del salone dove gli invitati uscivano a prendere aria sudati e provati. Li osservavamo: del genere Elton John un po’ eccentrici neanche l’ombra, la maggioranza era di nonne e zie. Una delusione. Ho spedito Sant’ a controllare di nuovo i nomi, mentre cercavo di sbirciare all’interno del salone per riuscire a beccare eventualmente la coppia nuziale. Non ho avuto fortuna.
E Sant’ è tornato con la delusione dipinta in volto:
“Era Giacomina, la “a” era un po’ piegata, c’era un’orecchia nel foglio!”
“Che palle, che banalità!”

Più tardi siamo andati a cena in un ristorantino ultra-romantico, piccolissimo, in un paesino dell’entroterra inerpicato sulla collina. Menù pesce e una sala da pranzo minuscola, solo cinque tavoli. Luci soffuse e musica soft, un po’ vintage.
Oltre a noi c’era un altro tavolino da due, con una coppietta giovane che tubava.
Dopo poco è arrivata una signora sopra i cinquanta, o anche sotto, un po’ befana, molto truccata con i capelli molto rossi, assieme a una coppia di coetanei dall’apparenza invece molto sobria.
Si sono seduti nell’unico tavolo grande, da sei.
Evidentemente aspettavano amici.
La signora befana per ingannare l’attesa telefonava.
Ha iniziato parlando con voce normale poi gradualmente ha alzato il tono. Sempre di più.
A un certo punto la sua voce ha coperto anche la musica:
“Ma questi dolori all’utero vengono in menopausa e poi vanno via o restano? E le perdite?”
Il marito dell’amica che l’accompagnava è sbiancato e ha cercato di nascondersi dietro la carta dei vini.
La moglie ha preso l’iniziativa e detto gentilmente: “Luisa stai urlando…”
La signora befana non ha fatto una piega: “Sì, me l’han già detto tante volte”
Poi ha continuato a squarciagola: “Ma tu ce l’hai allora le perdite?”
L’amica l’ha guardata male, allora la signora befana si è rivolta direttamente a lei: “E tu?”

19 comments

  • Guarda mi hai fatto impazzire dalle risate con questi tuoi racconti!!! grazie!

  • fantastico!!!!!!!!!!
    una miscellanea di umanità da far ribaltare dal ridere

  • Ecco, diccelo dai, tu ce le hai le perdite?

  • Fantastico, io adoro origlia… ehm… sentire per caso le telefonate di sconosciuti: si sentono sempre cose interessantissime!
    (oh, poi non ti lamentare: non volevi più parlare di bambini, ora puoi parlare di vecchi!!!)

  • siii anche io e mio marito siamo cosi….peccato che noi siamo sposati da soli quattro anni …dici che è una cosa brutta?

    Auguri a Andrea e Giacomino 😀

  • Ah ah ah, anche a me capita di ascoltare conversazioni al cellulare passando ore sui mezzi pubblici, spesso sono spassosissime, ma la gente non si rende conto che le altre persone sentono?
    Mi ricorda uno spezzone del film “Viaggi di nozze” di Verdone, l’episodio con la Pivetti.

  • Ahaha, lo sposo Giacomino l’avevo già incontrato quando io e mio (non ancora) marito eravamo andati a provare le fedi, le volevamo sottili sottili perchè entrambi non amiamo portare anelli e sul modello che avevamo scelto sembrava non ci potesse stare l’incisione dei nomi, dopo qualche tempo ci chiamano dicendo che una coppia prima di noi ha voluto provare a inciderli comunque e volevano farci vedere il risultato…Arriviamo, ci danno gli anelli: Agata e Giacomino…

  • hahahah
    cara tanti auguri!

  • ahahahhaa ammazza che cafona!!!
    nei panni dell’amica, io mi sarei alzata dal tavolo x tutta la durata della telefonata!
    fantastico il tuo “che palle, che banalità!” 🙂

  • Simona (NO)

    Ah, sei venuta dalle mie parti… bello il Lago Maggiore eh? Ma eri zona Verbania o zona Arona?
    Comunque sta cosa mi ha fatto venire in mente che ho sentito che qui nel paese dove lavoro, vicino ad Arona, una coppia di gay andrà o è appena andata, non ricordo, in Olanda a sposarsi e poi arvebbe dato una festa qui, per un attimo ho creduto che fossero loro!! Altri dettagli non ne so mi spiace, niente fonte per un articolo…
    P.S. sei grande mi fai morire dal ridere!

  • il lago maggiore offre luoghi suggestivi davvero speciali.
    certo che c’è in giro un sacco di gente strana… e anche un pò ridicola (se si può dire)

  • il lago maggiore é bellissimo e si possono fare incontri “meravigliosi” o rincontri anche… 😉

    augurissimi a Voi due”” 🙂

  • In treno delle volte mi faccio guardare malissimo, perché seguo con interesse spasmodico conversazioni altrui a un volume surreale!

  • ahahahah troppo forte. certo che anche tu, sei in luna di miele bis e origli???? ma devo spiegarti tutto io??????

  • Ahahah, vi vedo a scambiarvi occhiate complici mentre la tipa urlava i suoi problemi ginecologici…Congratulazioni per l’anniversario…ti invidio molto la luna di miele bis!:-)

  • mi hai fatto morire con la “signora befana”, ad ogni modo anche mio marito parla al tel a voce altissima, non riesco a farlo smettere, è una cosa piuttosto fastidiosa anche stando a casa. 🙁
    ma è il suo unico difetto.

  • Auguri!!!! in ritardo….

  • Raffaella
    Grazie 🙂
    Agrimonia
    a volte è consolante pensare che c’è gente più svalvolata (di me) 😀
    Mammamsterdam
    ti mando un sms per risponderti!!!!
    Camilla
    non vedo l’ora: extranonna!
    Franci
    no è l’unico modo per sopravvivere 😀

  • Ludo
    l’avevo visto, credo, “Viaggi di nozze” ma non ricordo quell’episodio, devo rivederlo per rinfrescarmi la memoria!
    Giulia
    si vede che Giacominpo allora è un nome molto “matrimoniale” 🙂
    Caia
    grazie!
    Maria Chiara
    volevi mettere una bella unione trasgressiva????
    Simona
    grazie dei complimenti, mi lusinghi!
    ero in zona Verbania, beata te che abiti nei dintorni!
    Trilly
    e io ho proprio il vizietto di non farmi mai i cavoli miei!
    Alle
    è vero e infatti ti ho anche pensata!
    ‘povna
    Condivido in pieno! Il treno è infatti un altro dei miei posti preferiti per sintonizzarmi sugli affari altrui 🙂
    Emily
    direi che Sant’ la pensa decisamente come te 😉
    Juliaset
    beh, anche tu ti sei risposata e quindi te la meriti la luna di miele bis!
    Marina
    sei molto carina con tuo marito (anche se non c’è pericolo che legga e scopra la piccola critica!)
    dici che non si sa mai 😀 ?
    Worldwidemom
    volevamo venire a rifarlo a Las Vegas, ma poi non me la sono sentita di chiederti la casa 😀