Scusa se ti chiamo amore

L’altro giorno dovevo pagare la mensa scolastica con un bollettino postale.
Allora sono andata all’ufficio postale vicino alla scuola elementare di Emma, anzichè al solito ufficio vicino a casa.
Non c’era fila. Mi avvicino allo sportello dove c’era una bella ragazza mora sui trent’anni.
Le passo i bollettini.
Le mi guarda e dice: “Vuoi usare il bancomat, amore?”
“??????”
Diventa paonazza: “Mi scusi!”
Poi rivolta alle colleghe: “Ho chiamato amore la signora, non sono cosa mi sia preso!”
“Per me va bene, ma se lo dice a un ragazzo magari si monta la testa”, le rispondo per rassicurarla.
E penso che non è vero che gli impiegati pubblici sono sempre scortesi!
Intanto lei dall’imbarazzo ha accartocciato tutti i bollettini nella macchina e deve rifare da capo l’operazione.
C’è ancora tempo per un po’ di conversazione.
“Comunque qui intorno non mi sembra che ci siano dei gran bei ragazzi, quindi è meglio che faccia attenzione”
“E’ vero, è vero…” conferma lei che finalmente mi ha chiesto di digitare il PIN.
Poi mi passa le ricevute: “Tutto a posto!”
Allora la ringrazio, le sorrido e le dico: “Arrivederci, tesoro!”

15 comments

  • Bhe meglio essere chiamate amore piuttosto che essere “vittime” di comportamenti scortesi.

    Ciao Amò … 😀

  • Secondo me è ancora lì che dà testate sul muro ripensando alla figura di m. che ha fatto!

  • Beh, non sono poi tutti scortesi allora 🙂
    Però secondo me è ha ragione Chiara 😉

  • io chiamo amore tutti….me ne accorgo solo ogni tanto….quando mio marito me lo fa notare ihihihihi

  • e se ti chiamava gioia? ne vogliamo parlare????
    odio chi mi chiama gioia!

    baciuzzi

  • extramamma

    Bismama
    hai stra-ragione- tesò!
    Chiara
    potrebbe anche essere! 🙂
    Monica
    tu che sei “inglese”, sai che in Inghilterra è normale che tutti ti appellino “love”, da noi invece è più sorprendente!
    Emily
    lui è geloso 🙂
    Rossella
    gioia è peggio, sembra sempre una presa in giro, concordo in pieno!

  • Meglio essere chiamate amore che la scortesia degli impiegati (uomini e donne, quasi tutti tranne forse una) delle ufficio postale centro di Falconara Marittima (AN). no scusate lo scrivo chiaro perché dopo anni e anni non ne posso più, già pagare una bolletta non è che sia una gioia ma andare lì ed essere trattati male è il massimo. Hanno fatto di tutto, compreso mandare lettera urgente a mio fratello che sta a Forlì in quel di Ferrara. e avevo pagato anche il sovrapprezzo per consegna del giorno dopo. “eh si saranno sbagliati, sa F Forlì, Ferrara”, “mi ridate indietro i soldi?”, “ehhh, no”.
    smetto sennò divento una belva

  • come Emily le mie amiche le chiamo amore….se i nostri mariti non vedessero il nome registrato del cell penserebbero ad un amante

  • ma ha detto “amore” o “ammore”?

  • extramamma

    Marina M
    proprio antipatici e leggermente canzonatori, oserei dire 😀
    comincia con F anche fanc…gliel’hai detto?
    Agrimonia
    però a me non ha i ami chiamato così! Solo Emily eh!
    Zia Cris
    con una “emme” sola, perfetto e fresco, direi un amore primaverile 🙂

  • adesso che so che potrebbe essere corrisposto, chiamo amore anche te 😉

  • Hai ragione, negli states “darling” è un appellativo che le commesse usano tranquillamente come anche “honey” ma alle poste italiane effettivemente mi lascerebbe un po’… sconcertata 😉

  • che tenera… e la cosa più bella è che abbia esternato il suo imbarazzo… se ci fossere più persone disposte a manifestare apertamente il loro imbarazzo il mondo andrebbe un po’ meglio, forse…

  • Ma vedi? E noi sempre a lamentarci delle impiegate della posta!!
    Sono proprio gentili!
    😉

  • Io ho invece trovato un paio di commesse che, oltre a dare del tu anche a venerande clienti della mia età, usano l’intercalare ‘cara’…
    Vuoi qualcos’altro, cara? Grazie, cara. Ciao, cara.
    Da cambiare immediatamente negozio.