Mai più senza

Vado spesso in profumeria a sperperare soldi.
Compro quello che mi serve e quando generalmente la commessa, furbona, mi chiede se ho bisogno di altro, non ce la faccio a trattenermi e ammetto con nostalgia e struggimento:
“Un eyeliner grigio argento”
Mi guarda perplessa.
Non succede mai che la risposta sia: “Sì, ce l’ho”
L’eyeliner grigio argento per me è l’equivalmente della pietra filosofale per l’alchimsita.
L’ingrediente magico e introvabile.
Soprattutto introvabile e perciò l’oggetto assoluto del desiderio.
Circa 4-5 anni fa, lo incontrai per caso in un espositore di Guerlain.
Fu amore a prima vista. Quando cominciò a diventare denso e a produrre sopra le mie palpebre una linea frastagliata e grumosa tipo venature su vecchia ceramica, capiì che dovevo sostituirlo e provai a ricomprarlo.
In quel momento iniziò il mio tormento.
Scoprii che ra stato una special-edition, uno di quei cosmetici che le case produttrici fanno solo per una collezione (bastarde). Così, anno dopo anno, profumeria dopo profumeria, espositore dopo espositore, commessa dopo commessa, ho cominciato a cercare un sostituto.
Inutilmente: non ho trovato nulla di simile.
Non sono mai uscita da una profumeria senza avere il dorso della mano pieno di righette grigie e glitterate fatte da inutili tester. Ho provato i brand più glamorous ma anche quelli del super.
In compenso, troppe volte, mi sono fatta abbindolare dalle venditrici:
“Perchè non prova questo? E’ simile/ E’ appena uscito/ E’ molto bello”
E così sono tornata a casa con matite, matitoni, matitine iridescenti, grigie, verde smeraldo, moirè, marroni tendente al grigio, grigio tendente al marrone, nero perla…
Ho abbinato anche due nuances una sull’altra. Ma niente mi ha mai soddisfatto.
Compulsivamente ho speso in eyeliner più glitter di un albero di Natale, oppure viola, azzuro cupo, verdino, smeraldo, grigio fumo, canna di fucile, canna del gas.
Ma nessuno prodotto era come lui, il magico, mitico eyeliner argentato-ma-non-troppo.
Adesso ho detto basta, dopo aver cacciato, proprio ieri, inutilmente gli ultimi, troppi, euro ho deciso di smettere.
Per sempre.
Forse.

23 comments

  • Silvietta

    You’re a genius! Dico davvero. Mi fai morire dal ridere!

  • Ti capisco, oh come ti capisco.
    Mio marito una volta in un ristorante giapponese ha assaggiato un “dolce di soia rosso”. Inutile dire che è l’unico dolce giappo che gli sia mai piaciuto. Dopo quella sera è uscito di produzione non solo in quel ristorante, credo su tutto il pianeta ( a me faceva ribrezzo). Da quel momento è iniziata una ricerca che manco il Santo Graal. Facciamo una cosa: tu prova anche con questo, noi proviamo anche con l’eye liner.
    E bonne chance 😉

  • prova con i dodici passi, forse ce la fai 😉
    “salve, sono Patrizia e non compero eyeliner da 7 mesi…”

  • Potresti sempre scrivere un’accorata mail alla Guerlain.
    Chissà che non ne abbiano ancora da qualche parte e te lo inviino…

  • Mi aggrego a TaoMamma, io cerco il blu di metilene per curare la cistite. Scomparso dalle farmacie del pianeta, temo. In una farmacia mi è stato detto che funzionava troppo bene e costava troppo poco e pertanto ne è stata dismessa la produzione. Il dubbio che facesse anche venire la pelle verde ed a squame è lecito, francamente. Sta di fatto che io continuo a cercarlo … possiamo fare che lo cerchi pure tu (assieme al dolce di soia rossa per il marito di Tao) ed io cerco l’eyeliner e magari pure il dolce, eh? che ne dite ;-)))

    /graz

  • LGO

    Un giorno uscendo dall’asilo nido chiesi a mia madre se mi poteva comprare un pulizziino (ho contato bene tutte le z e le i), oggetto fantastico con il quale avevo giocato tutto il giorno. E’ tutta la vita che aspetto 🙂

  • Ah…fossero solo gli eye liner!
    :((

  • MAQ

    posso chiedere alla mia terzogenita se ne possegga uno: non mi stupirebbe affatto. quando andiamo a trovare qualcuno si arruffiana sempre la padrona di casa: “mi faaaaai vedere i tuoi truuuuccchi?” e regolarmente viene via carica di pastrocchi, matite e pastette che si applica poi con le sue amiche.
    da chi avrà preso?

  • SIlvietta
    esagerataaaaa!!!! 🙂
    Taomamma
    mi hai fatto ridere…ma accetto la sfida: oggi comincio le ricerche 😀
    Monica
    certo sarà il mio destino AAA anonima eyeliner!
    Cautelosa
    e se me ne mandano uno secco??? Però quasi quasi…

  • Graz
    cavolo anch’io ogni tanto soffro di cistite, aderisco quindi con entusiasmo alla recherche à trois…altrimenti a cosa serve la rete?
    LGO
    leggo tra le righe una lieve critica verso la tua mamma… (ma cos’è un pulizzino?)
    Bismama
    sì certo hai ragione, ci sono anche i rossetti di quelle belle tonalità che hanno smesso di produrre 😉
    MAQ
    idea fantastica, grazie, chiedi pure!

  • Elisheba

    Esiste! Io l’ho trovato in farmacia! Linea Euphidra. Fammi sapere se è quello che cercavi! Se non lo trovi te lo spedisco io!
    Un bacio, Elisheba

  • e provare a contattare la famosa marca chiedendo se ne hanno qualcuno da qualche parte …che glieli comperi tutti tu?

    Tentar non nuoce …a meno che tu abbia già provato ….

  • porco cane, è vero che certe volte son proprio bastarde le case di cosmetici…
    io in V liceo (quindi povera in canna come non mai) comprai uno strafichissimo mascara della Rubinstein, il famoso Generous, a 35.000 lire (mi svenai, infatti) che, nun se sa perchè, non esiste più, nonostante facesse ciglia da gatta che non ti dico…
    l’ho cercato e ricercato…nisba! bastardiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii 🙂

  • No dai! Non ti arrendere! Prova a chiamare il Sig. Guerlain… oppure prova e chiedere a Cliomakeup http://www.youtube.com/user/ClioMakeUp
    Ormai per me è una droga…sembra anche brava e ne sa un sacco sui prodotti cosmetici, lei mi ha convinto a comprare il fondotinta minerale…

  • Le dipendenze son brutte…

  • Elisheba
    mitica! Grazie per la dritta, ho visto questa marca in qualche farmacia ma non mi sono mai soffermata più di tanto, vado a cercare, poi ti dico!!!!!
    Francesca
    e se sono secchi???
    Però averne una cassa piena mi farebbe sentire finalmente sicura, come Napoleone con i suoi forzieri di monete 😀
    Maria Chiara
    sei rimasta traumatizzata, proprio come me…queste multinazionali prima o poi la dovranno pagare! Ieri sera ho visto il film sul crack della Parmalat per cui sono particolarmente sensibilizzata sul tema!
    Margot
    grazie della dritta, non la conoscevo!
    Strilly
    eh sì, ognuno ha le sue 🙂

  • sedotta e abbandonata senza pietà!

    Beh anch’io per anni ho usato sempre lo stesso rossetto chanel che avevo indossato per il mio matrimonio poi stop hanno cambiato colori ed io cambiato marche

  • Dunque lasciamo perdere il discorso delle profumerie, secondo me alle commesse gli fanno dei corsi speciali di “turlupinamento”, io ci casco quasi sempre, ma da un po’ giro alla larga. Dato che mi trucco quasi zero che ci posso mai fare con un mascara blu notte “che guardi le sta benissimo”? ecco tanto per dire.
    invece a proposito di blu di metilene e case farmaceutiche, mi ricordo quando dopo aver usato per anni senza problemi il diaframma hanno smesso di vendere in Italia la crema spermicida da abbinare. motivo? semplice, il diaframma liberava la donna dalla schiavitù pillola/spirale/ginecologo. però sono amica di una famiglia di farmacisti e due in particolare sono attenti alla medicina alternativa/non convenzionale etc. chiedo e poi vi riferisco.

  • Agrimonia
    solo Chanel n 5 rimane per sempre, accidenti!
    Marina M
    Allora abbiamo un passato comune: anch’io lo usavo e poi ciccia dopo che è sparita la crema!
    Sarà contenta Graz se ti informi sul blu di metilene 🙂

  • Amanda Gris

    Succede sempre così: quando trovi un rossetto e pensi “cavolo, è quello giusto! Così sono bellissima (o quasi!)” puff!! sparisce dal mercato e tu ri-cominci a girare per profumerie e nel frattempo compri ombretti, fard, matite e una quantità di inutili rossetti.

  • @MarinaM: no, davvero??? spero che tu ci riesca. Io lo usavo quando sentivo qualche sintomello, due o tre giorni di pallette blu e quando facevi plin plin come ET stavi praticamente a posto. Poi magari la cistite non ti sarebbe venuta comunque, nunzò. Sta di fatto che ad un certo punto si è vaporizzato dalle farmacie e non c’è stato più verso. Io ne ho ancora un blister ma quando mi viene la tentazione di usarlo penso sempre che poi finisce ed io non lo trovo più e lascio stare … in effetti la cistite non mi viene mai … è proprio un rimedio eccezionale, funziona anche in contumacia! ;-))))

  • extramamma

    Amanda
    :)) è chiaramente una mossa marketing!
    Graz
    l’agire in contumacia è troppo fico! 😀

  • Amanda Gris

    Il marketing…non so se odiarli o provare ammirazione!