Volare

Ieri mattina a casa mia.
I lavori per ricostruire la mia sfortunata cucina fervono. Nel frattempo noi viviamo un po’ ristretti nelle altre stanze della casa. Anche la sala è fuorigioco perchè ospita i mobili smontati della cucina, quindi la colazione si fa a letto.
Sarebbe anche bello e intimo, ma bisogna ricordarsi di prendere qualche precauzione. Tipo muoversi in maniera strategica.
Ma non tutti sempre si ricordano di farlo…
Emma ed io avevamo appena terminato di mangiare i cereali sedute di lato sul letto con davanti il tavolino basso (tipo coffee table) apparecchiato con i bicchieri, le ciotole e le tazze.
Atmosfera rilassata. Coccole e carezze. Poi l’azione.
“Emma su alzati adesso! Facciamo la doccia così poi ci vestiamo!”
Mia figlia è sdraiata sul letto a pancia in giù, agita con forza le gambe dal ginocchio in giù.
“Che bello mi sembra di volare!”
Le sue gambe sono lunghe, magre e pericolose.
“Volo!”
Il piede destro finisce direttamente nella ciotola semivuota dei cereali, dove è rimasto un po’ di latte che schizza ovunque. La ciotola colpisce la tazza del caffè che cade sul bicchiere d’acqua ancora pieno che innonda tovaglietta, tavolino e pavimento.
Emma: “Oh! Oh!”
Urlo: “Ma porca…####****¥¥¥….!” e mi escono tutte quelle parole che le mamme non dovrebbero mai dire.

10 comments

  • NU

    Extra, scusa la latitanza!!! E’ stata un estate un pò così…

    Ho imparato a surfare (sono avanti!) con il cel e finalmente mi sono fatta un resumé delle ultime settimane…
    Che dire? La sfiga con te ci vede proprio!
    Io la buona parola con San Gennaro l’ho messa 🙂 adesso vediamo se sia il caso di passare al vodoo.

    Buone riparazioni!!! Ti penso e se vuoi un caffé… sono qui! Bacio

  • e quando ci vuole ci vuole!
    ecco perchè il solo pensiero di ridipingere sala e cucina mi manda in panico…

  • Ahahah non me lo dire! Ogni volta da noi è un disastro! Però chi fa volare il coffee table non è Aj ma sono sempre io! E noi beviamo il succo d’arancia…

  • dani

    … infatti, quando mia figlia dice una parolaccia, suo padre chiede “Dove le senti quelle parole??!!”
    E lei “Dalla mamma…”

    😛 😛 😛

  • Meno male, non sono l’unica a cui ogni tanto scappa la pazienza (in casi estremi…)

  • extramamma

    nu
    bentornata e grazie per la raccomandazione a s.gennaro!
    rocciajubba
    il lavori di muratura in effetti sono i veri rovinafamiglie, altro che le moldave!
    mammagiramondo
    allora tanta vitamina C sui mobili!
    dani
    non per copiarti, non per non pagarti il copyright, ma oramai sant’ non lo chiede nemmeno più, perchè lo sa!
    ondaluna
    sei in una folta compagnia!!!

  • Mamme scurrili. Tzè.

    Toongh…sdedengh…
    “ahioooo, por***diquella********d’una*******e**iala!!!! Ma guarda te se la Picciona deve sempre lasciare il bicchiere mezzo pieno di coca di fianco al pc….dritto sul mio piede! Fan****…………..oopsh…aehm…sono ancora in onda? O_o

  • …tipo Le parole che non ti ho detto ma non propriamente romantiche!!! 🙂

  • eheeh succede….a volte mi scappano per molto meno ad esempio ho appena visto che ha lasciato lo scatolone con i vestiti del calcio in mezzo alla stanza dopo che avendolo già fatto ieri sera ed aver alzato la cresta gli abbiamo tolto la wii per una settimana @#*…sgrunt!

  • extramamma

    tatti
    sì, il microfono era ancora acceso…ma non ti preoccupare succede anche ai migliori (?) uomini politici. cmq meglio la coca sul piede che sul pc!
    maria chiara
    poi ho dovuto rimangiarle. emma si è offesa e ha detto: “mamma rimangi?” e io ho rimangiato!
    agrimonia
    la wii per una settimana! per forza cerca di ri-arredare a suon di scatoloni!