Peggio di così…

L’ho letto solo ora, anche se è stato pubblicato due giorni fa, perchè ho avuto una settimana un po’ impegnativa. L’ho trovato in rete ed eccolo qui. Un articolo dal titolo emblematico Non è un paese per donne che parla di un saggio Ma le donne no che fa il punto sulla tragica situazione femminile italiana. Racconta cose che si sanno e si vivono tutti giorni, ma fanno comunque una rabbia tremenda. Ieri invece ho letto questo post, dove ci sono un po’ di cifre che ci riguardano, mentre nell’ultimo rapporto Istat sulle famiglie italiane e ho “scoperto” un altro dettaglio: il 26,5% delle italiane ha interrotto il proprio lavoro con il primo figlio e il 32,7% con il secondo. Io faccio parte del primo gruppo…

14 comments

  • Un altro di quei post che mi fan passare la voglia d’Italia…

  • extramamma

    Hai ragione cara Claudia è uno di quei post che fa venir voglia di venir a vivere da te! 🙂

  • Primo gruppo, presente!

  • come sempre un numero non esprime il reale disagio, perchè ci sono anche mamme che stare a casa definitivamente non possono ma vorrebbero il part-time e non l’ottengono… e attendono con fiducia tempi migliori perdendosi nel contempo i migliori anni dei propri figli (in questo momento della mia vita stare a casa dal lavoro per fare la mamma mi sembra una chimera, e anche una cosa meravigliosa, ma ovviamente è solo il mio punto di vista, probabilmente chi è stato costretto a rimanere a casa non è così contenta, è la solita questione che il problema è che non si può scegliere, purtroppo).

  • mai nessuno che si chiede quante mamme invece vorrebbero mollare il lavoro al primo figlio per dedicarsi alla famiglia ma non possono farlo perchè altrimenti non si mangia tutto il mese…
    ciò non toglie che il problema di chi perde il lavoro resti, anche se non tutte le persone che lo perdono lo fanno perchè lavorare è diventato impossibile o vengono ingiustamente licenziate.

  • @Traspalena
    certo bisognerebbe approfondire e leggere anche i vissuti al di là delle statistiche che sonos empre asettiche, cmq il punto è quello che sottolinei anche tu per le mamme c’è pochissimo margine di scelta.
    @Claudia
    Certo con la crisi, le donne sono state le prime a rimetterci e a essere discriminate. Spesso poi però perchè sono più duttili e creative degli uomini (di solito) sono anche quelle abituate ad arrangiarsi e a trovare cmq una via d’uscita per arrotondare.

  • Lisa

    …. e io faccio parte del secondo………meglilo tardi che mai!!!!!

  • I don’t even know how I ended up right here, however I assumed this publish used to be good. I don’t understand who you’re but definitely you are going to a famous blogger if you happen to aren’t already 😉 Cheers!

  • I would like to voice my admiration for your kindness for people that should have help with that topic. Your real dedication to getting the solution all over turned out to be amazingly important and have surely encouraged girls much like me to reach their targets. Your entire important advice indicates a whole lot a person like me and somewhat more to my office workers. Regards; from each one of us.|

  • Hi there. I discovered your web site by means of Google whilst searching for a similar subject, your website got here up. It seems great. I’ve bookmarked it in my google bookmarks to come back later.

  • I have not checked in here for some time since I thought it was getting boring, but the last few posts are really good quality so I guess I will add you back to my daily bloglist. You deserve it my friend. 🙂

  • Wow! This can be one of the most useful blogs we have ever come across on thesubject. Actually fantastic info! I’m also an expert in this topic therefore I can understand your effort.

  • Of course, what a fantastic blog and enlightening posts, I surely will bookmark your blog.All the Best!

  • Mizulina

    Комитет Мизулиной пишет закон о поддержке многодетных семей
    http://izvestia.ru/news/545555