Alla posta

Ultimamente le poste italiane sono anche un po’ boutique: cercano di vendere libri, dizionari, atlanti, biglietti d’auguri e miscellanea varia.
Ieri ero china sullo sportello a compilare il modulo di una raccomandata. L’ufficio postale era stranamente vuoto, di fianco a me solo un signore sulla quarantina che finiva la sua operazione.
La direttirice dell’ufficio gli chiede garrula e amichevole:
“Ma non lo vuole comprare per sua madre, come regalo di Natale un bel libro di ricette?”
“Grazie, ma le ho già comprato un’altra cosa”, risponde educatamente il signore.
“Ma un libro di cucina serve sempre…”, insiste la venditrice.
“Grazie, ma in casa cucino io!” e con un sorriso questo gentile quarantenne, saluta e infila la porta.
Appena è fuori la direttrice commenta: “Ma l’hai visto? L’ha ammesso, alla sua età vive ancora con la madre!”
“Eh sì, l’ha detto lui”, fa eco l’impiegata.
“Che bamboccione!”
“Ancora ha bisogno della mamma! Che pirla! Bamboccione!”
Stavo per dire “ma non vi vergognate?” poi la saggia vocina interiore che mi dice “fatti i cavoli tuoi!” ha avuto il sopravvento e sono stata zitta.
Però delle impiegate delle poste non mi fido. Tanti anni quando ancora non c’era l’email e si spedivano solo cartoline, ero in vacanza con Sant’ al mare. Eravamo all’estero. Siamo andati alla posta a comprare i francobolli e a spedire le nostre postcards e lì due impiegate che avevano poco lavoro perchè l’ufficio era deserto, leggevano tutte le cartoline spedite, commentavano i testi e sghignazzavano felici.

8 comments

  • Hai ragione è una specie umana a parte, da me l’addetta alle raccomandate e pacchi ha sempre un’aria disperata ed un altro più vede gente e più rallenta le mani…e cosa vogliamo dire sul fatto di trovare un avviso di recarsi in posta e poi scoprire che ti vogliono “attaccare” il nuovo investimento?

    …nel caso della tua esperienza però quelle lì son state solo “….bip…”

  • Guarda, sono andata alla posta del paesello stamattina, giusto perchè è sempre deserta. L’impiegata non mi ha riconosciuto ma, quando ha letto l’indirizzo del mittente, mi ha attaccato un bel bottone: allora, come vi trovate nella casa nuova? avete fatto un affarone, pensi che quelli prima di voi erano gente tanto discreta, e voi avrete altri figli, e i vostri genitori dove sono, e cosa fate di lavoro, e verrete alla festa del paese, ecc…
    Insomma: impossibile eludere le domande già mi vedo che racconterà a tutto il paese i fatti nostri :((

  • che brava…ti sei trattenuta! anche a me sarebbe salita la bile ma, pensandoci, sarei stata zitta! gente del genere prenderebbe a parolacce gli altri pur essendo nel torto!
    Buon fine settimana!

    PS quanto manca alla fine del libro? 🙂

  • che maleducate.
    stupide oche maleducate. ignoranti e villane.queste cose mi fanno imbufalire…

  • Io sto iniziando ad ODIARE calorosamente le Poste. Sai quanti pacchi trafugati e manomessi ad ogni swap che organizzo?! Rubano perfino i braccialettini fatti a mano, le decorazioni di Natale… sono demoralizzata, da tutto ciò, e penso che non organizzerò più nulla! 🙁

  • Tutto il mondo è paese, insomma… Le persone maleducate e indiscrete sono “disseminate” dappertutto, a quanto pare.
    Nell’ufficio postale vicino a casa, quindi di nostra “pertinenza”, lavorano due impiegati, genitori di ex-alunni, per cui, lo confesso, incontro sempre una certa gentilezza (quando sono in servizio, naturalmente…)

  • Tutte figlie di Brunetta siamo, per colpa di questi disservizi.
    Mammafelice
    capisco la tua rabbia, anche a me è successo che abbian rubato varie cose!
    Cautelosa
    è lo status privilegiato, come per i medici!
    Maddalena
    …allora andate alla festa del paese???
    MariaChiara
    Grazie dell’incoraggiamento, ne ho bisogno perchè io i cavoli miei faccio sempre una gran fatica a farmeli! Sarei forse stata un’impiegata postale perfetta 😀
    Mi mancano solo 3 capitoli e spero che il peggio sia passato!
    (Thank you for asking)

  • Agrimonia
    avevo dimenticato gli investimenti!!! E’ vero quando attaccano su quelli siamo finiti!