Pari opportunità

Due settimane fa, è stato aperto dopo parecchi mesi di attesa, il megastore milanese di Abercrombie & Fitch, il marchio americano casual che, da un po’ di anni, tutti gli italiani che andavano negli Usa, portavano a casa a carrellate.
Richiestissime soprattutto le t-shirt e le felpe.
Ultimamente è molto amato anche dai giovanissimi e l’opening milanese è stato un evento anche perchè il plus del negozio sono i commessi modelli seminudi. Il giorno magico dell’inaugurazione 5o metri e parecchie ore di coda di teen-ager agguerrite per entrare nel negozio e vedere i bellissimi.
La cosa mi aveva stupito ma credevo fosse la follia di un giorno.
Invece, oggi pomeriggio sono passata casualmente davanti al negozio e dopo quindici giorni l’atmosfera era ancora estremamente “calda”. Torrida, direi.
Almeno 30 metri di fila di ragazzine determinate e infoiatissime, le fortunate in cima alla fila urlavano e commentavano la bellezza di un giovane commesso, posto al maestoso ingresso del megastore, sorridente per contratto. Messo lì, poverino, per farsi ammirare come fosse allo zoo o al circo.
Con la camicia molto aperta. A torso nudo nonostante il freddo e la suina.
Chissà com’è preoccupata la sua mamma: infatti il nostro non sembrava di Seattle, pareva piuttosto uno di Cesano Boscone, qui nell’hinterland.
Il bello si faceva ammirare dalle ragazzine che urlavano eccitate l’equivalente teen di “faccela vede’-faccela tocca’!”
Insomma la stessa atmosfera di un lap-dance club, declinato al femminile, con clientela incontenibile sotto i sedici anni.
Forse la mattina la situazione dovrebbe essere più calma: le assatanate dovrebbero trovarsi a scuola, ma qualcuna forse bigia per dare un’occhiatina al ragazzo oggetto senza troppa fila.
Stiamo crescendo dei mostri ma mi è sembrato un vero esempio di pari opportunità.

29 comments

  • No davvero, non so se ridere o piangere. Finora mi illudevo che almeno la popolazione femminile avesse ancora un po’ di sale in zucca…certo che a pensarci meglio…il periodo dell’adolescenza…ci sono solo ormoni in circolo…oddio scusa, non volevo dirlo, no davvero, nooo, sicuramente le tue no. 😉

  • Che tristezza! Se pari opportunità vuol dire sbavare dietro al bellone di turno…
    Pensa che mia mamma, rientrata recentemente da N.Y. con la t- shirt di A&F che aveva deciso di regalarmi, mi ha detto tutta imbarazzata “mah… io non so… ‘sti americani! nel negozio c’erano tutti dei ragazzoni semi-nudi! ”
    Insomma, era parecchio sconcertata. Deve essere successo qualcosa nel mezzo, tra la sua generazione e quella delle ragazzine d’oggi. Ma quando? E io dov’ero?!
    Ciao, maddalena

  • Pensa che noi pensavamo che i modelli fossero lì per i clienti gay.

  • extramamma

    @Serena
    …ma figurati! per ora a casa mia gli ormoni sono ancora abbastanza sopiti, ma mi aspetto il peggio da un momento all’altro. La sorella maggiore di una compagna di classe di anita, per esempio, è andata all’inaugurazione!
    @Maddalena
    simpatica la perplessità di tua madre. Cmq non so quanto questo policy abbia aumentato le vendite, l’attenzione senz’altro ma questo ragazzine non so se abbiano anche il budget per gli acquisti. Cmq deve essere successo qualcosa come dici tu, per me è tutta colpa della Maria de Filippi!!!!

  • ma guarda, oramai non mi stupisco piu’ di niente, qui a 10 anni già gurdano su youtube, filmati erotici e ben altro, per cui…

  • Non mi meraviglia che l’apertura di un negozio A&F a Milano, il primo in Italia, abbia suscitato tanto clamore, richiamando decine e decine di adolescenti “urlettanti’ e quasi in deliquio davanti ai bellocci di turno, anche se di Cesano Boscone.
    Del resto, i modelli di riferimento per molte giovanissime non sono certo donne di grande spessore culturale, quanto effimere starlette che farebbero di tutto per un momento di celebrità, senza parlare di tutte quelle madri che sperano di vivere (e/o ri-vivere) i propri sogni di gioventù, attraverso le figlie graziose e adolescenti.
    Non c’è da stare molto allegri…

  • ne avevo sentito parlare in radio…chissà quante mamme che accompagneranno le figlie vuoi mettere la comodità? non devi per forza aspettare l’otto marzo per fare ciò che deplorano dei loro maschi durante l’anno…

    p.s. ho cambiato mail perchè quella di splinder è stata soppressa e quindi penso che il link di bravi bimbi sia andato nel limbo delle mail perdute

  • Aiuto… tremo al pensiero di quando i miei figli saranno adolescenti!

  • Cara extra…sarò anche moralista, ma a me pare più qualcosa di mostruoso più che di parità. Quando avrò mia figlia in file come quelle, aspettando di vedere da vicino il fighetto di turno, mi preoccuperò. Per ora, però, mi suona “un po’ così”!
    Baci

  • Mannu

    E’ molto peggio che facciano la fila per comperare la roba di A&F…
    Io a Miami in una mall ho visto in vetrina un gruppone di vigili del fuoco stra pompati e semi vestiti… erano vicini alle creme antirughe!

  • @Mannu
    …beh per i pompieri vicino alle creme antirughe forse avrei urlato anch’io (ma non dirlo) :-O
    @M di Ms
    sai, sono molto giovani questi modelli, almeno quelli in vetrina, forse dentro ci sono anche quelli più vecchierelli (sui 25 anni)
    @Alle
    insomma ormai il velinismo è globalizzato!

  • @Cautelosa
    Sì spesso le mamme sono solo figlie con le rughe!
    @Agrimonia
    è vero sembrava un otto marzo sera misto addio al nubilato!
    @Claudia
    l’unica speranza è quella che “il lavoro”, “il seme” che stiamo inculcando ora nei nostri figli, con l’impegno che ci mettiamo senza prendere troppe comode scorciatoie, dia qualche risultato. Nel mio piccolo per ora ha funzionato, però sto all’occhio!
    @MariaChiara
    sì “pari opportunità” era ironico: tipo siamo nella cacca di qui e anche di lì!

    Forse dovevo mettere come titolo: “schifezza bipartisan”, “quote rosa arrapate”, “piccole maiale crescono”, una cosa così…:-)

  • Penso che per completare il quadro mancano solo i velini!
    Francesca

  • terribile… spero che nel negozio, fronte a un eventuale calo delle vendite, non costringano il commesso in vetrina al “full monty” !
    😀
    ciao!

  • @Francesca
    arriveranno anche loro!
    @Soleil
    sei un vero genio del marketing! Il full-monty va sempre forte 🙂

  • Titti

    Oh my God! Però pensavo…potrebbero fare uno store con dei commessi un po’ più agée ma affascinanti per le over 40…o no? Io però odio stare in fila…

  • @Titti
    potrebbe essere un’idea: magari con quelle stufette che mettono anche nei bar all’aperto così noi agée non si prende troppo freddo e non ci si infiamma magari il nervo sciatico? e anche tu magari, al calduccio, cambi idea sul fare la fila?

  • per il forum ho risolto, ho modificato leggermente il nik e questa volta l’attivazione è arrivata subito..la panza è già pubblicata

  • è che hanno sdoganato l’urlo belluino e la manifestazione ormonale, ma non ancora il cervello pensante….la strada è in salita

  • Nu

    Il nostro ministro delle Pari Opportunità si chiama Mara Carfagna… ho detto tutto!

  • @Agrimonia
    bene, allora me la vado a guardare!
    @Piattini
    sì così in salita che ci vorebbe lo skilift 🙂
    @Nu
    sai che a me quel taglio di capelli a scodella del ministro mi fa anche cag…ma non è l’unico difetto

  • luviluvi

    Davvero una cosa oscena!

    E io che avevo pensato alla nuova sede di TRL:)

  • LGO

    Ommaigod, che cosa spaventosa!!!
    Giuro che vengo lì con la copertina, la metto sulle spalle del ragazzotto, e gli porto anche una bella tazza di latte col miele.
    Poi torno qui e chiudo a chiave le figlie dentro casa, per altri dieci anni almeno.

  • @LuviLuvi
    tu puoi tenerli d’occhio tutti i giorni e vedere se la febbre delle fan sale o scende!
    @LGO
    finalmente una proposta concreta 🙂

  • che gioia, l’uomo oggetto, dopo anni di donna-oggetto!!! Ci stiamo trasformando proprio bene, una società che rotola come una monetina dentro un salvadanaio desolato…

  • @Desian
    speravo proprio in un tuo commento dalla parte dei maschi. Che dire? abbiamo tanto lavoro da fare con i nostri figli!

  • che fine ha fatto il mio commento?
    va beh riscrivo
    volevo dire che io nn mi scandalizzo tanto, abbiamo rincorso (o ci hanno costrette a farlo) il modello maschile nel lavoro, e adesso lo copiamo in tutto e x tutto.
    e poi un bel fisico maschile lo apprezziamo anche noi donne, anche secoli abbiamo detto che no no, a noi piacciono pelati, con la pancetta e magari nemmeno rasati.
    io invece l’ho sempre detto a mio marito: come eri dentro nn mi fregava nulla (avevo 14 anni) mi sono lasciata abbindolare che eri figo da stare male.
    e poi mi lamento che nn capisce niente……

  • extramamma

    Emily
    finalmente l’hai scritto: figo da star male! Ecco la verità 🙂 Una vede uno così e vent’anni dopo….si lamenta!

  • I think this is one of the most vital information for me. And i am glad reading your article. But wanna remark on few general things, The site style is perfect, the articles is really great : D. Good job, cheers