Ritorno

Siamo all’aereoporto, abbiamo appena passato il controllo passaporti e il metal-detector.
Hanno fermato Emma che bippava. Ero più indietro e non ho sentito cosa hanno detto.
Anita sostiene che l’agente abbia ripetuto: “Au fresc!”- “Al fresco!”, perchè volevano mettere la povera Emma in prigione. Chiuderla in gattabuia.
Poi hanno scoperto che l’oggetto metallico sospetto non era altro che una spilla (regalata da Anita, forse di proposito, ha anche insistito che oggi la indossasse) e così Emma è ancora a piede libero.
Ma è offesa perchè abbiamo riso della sua disavventura e ora non ci parla più.
Peccato perchè è stata proprio una bella vacanza.
Buona Pasqua a tutte!

6 comments