Bebé più o meno vecchi

Per tutti gli eco-genitori, e per chi vuol diventarlo, a Milano da domani ci sarà Fa’ la cosa giusta, salone, ampiamente e giustamente pubblicizzato, da tutti i media. Per le mamme con bambini piccoli, all’interno del salone c’è lo SpazioMeno9+1, uno stand della mia amica Mammarsupio e della cooperativa Focus, dove i genitori dei bambini, con meno di un anno, possono trovare asilo e conforto: vale a dire un fasciatoio, una sedia per allattare, qualcosa da bere…ma anche la possibilità di chiacchierare con “esperti” sui temi della genitorialità e di lasciare il passeggino e provare una fascia per portare più comodamente con sè il bebè nei meandri della fiera.  

Sempre sul tema bebé: quello che ho a casa io, già un po’ stantio, di quasi nove anni ha ancora una pazza voglia di dormire con me. Il tema del lettone è molto “caldo” e non solo chez moi. L’anno scorso avevo fatto per Insieme un sondaggio sull’argomento, in cui traspariva una leggera condanna al libero e indiscriminato accesso al lettone (atteggiamento dogmatico della maggior parte degli psicopedagogisti). 
E’ successo un finimondo: mamme che hanno scritto e mandato e-mail di protesta. Anche simpatici insulti: 
“Ma chi è qual genio che ha formulato questo sondaggio?”.  
Quasi per nessuna il lettone doveva essere off limits. Poi c’è stato anche Umberto Veronesi che aveva pubblicato su Ok Salute un articolo pro invasione dei figli nel talamo nuziale. 
Perciò oramai il lettone è sdoganato. 
Si può passare dal letto della mamma direttamente a quello del fidanzatino/a.
A casa mia, è ancora una gara per dormire con me. E questo devo dire che mi lusinga molto. Anni fa, per mitigare l’entusiamo e la ressa, avevo anche creato una tessera con dieci ingressi che timbravo (con un cuore a biro) ogni volta che Anita o Emma dormivano con me.
Erano gli anni bui in cui Sant’ lavorava lontano da casa, le bambine erano piccole e sempre malate, leggevo i diari di Sylvia Plath e pensavo che infilare la testa nel forno forse non fosse neanche una così cattiva idea. Quindi avere un corpicino (o due) caldo e scalciante a fianco a me la notte era di grande conforto. Adesso invece le cose vanno molto meglio, però in tre non si può più dormire perchè non siamo dei punkabestia  (anche se a volte lo sembriamo).
Così ieri sera mi sono accasciata alla nove e mezza e Emma furtivamente si è infilata così per una chiacchieratina. Alle 7.30 di stamattina ci siamo riviste, eravamo più o meno nella stessa posizione. Gli altri due membri della famiglia se la sono sbrogliata da soli.  Che bravi! 

11 comments

  • piattinicinesi

    da noi c’è l’attesa che il papà vada via per accaparrarsi il posto nel lettone. nei lunghi perido di assenza del marito cedo volentieri,perché la solitudine è dura. ma l’altra sera li ho lasciati entrambi nel lettone e me ne sono andata in cameretta, che pace!
    invece la mattina si presentano a turno, poco prima che suoni la sveglia, per i dieci minuti di coccole rituali, e devo dire che è un gran bel risveglio

  • Rossana

    Per chi ama la condivisione del lettone, ben venga la condivisione.
    Io invece ho temuto un po’ il cosleeping perché se non dormo, divento un riccio intrattabile, una cosa non malleabile neppure a forza. E con Luna nel letto, oltre a suo padre, non sono mai riuscita a dormire.
    Abbiamo fatto cosleeping anche noi, certamente, iniziando da quando è nata, con l’allattamento, e poi tutti i pomeriggi fino a quando lo ha scelto lei. È una cosa dolcissima, ma nel tempo sia io che lei abbiamo optato per letti separati. Lei ama l’autonomia della sua cameretta, in cui si chiude ormai, come una ragazzotta, per giocare. Io amo mettermi a pancia in giù e non avere nessuno che mi tocchi: la mattina mi sveglio nella stessa posizione in cui mi sono addormentata. 🙂
    (diverso è quando siamo sole, e allora la via del lettone è l’unica via che trova per casa e io ne sono contenta)

  • lemoni

    bellissimo post…e così attuale per me…che sono stata sfrattata dal lettone (con la scusa di farmi stare più comoda) al lettino.
    Così mio marito e Micol si fanno le coccole e delle ricche ronfate mano nella mano mentre io, durante il mio sonno contrastato, mi ritrovo a parlare nel buio con i peluche o a leggermi le favole disney! E dire che mia figlia mi stava attaccata come un Koala!Sob!

  • caia coconi

    allora ditelo… tra questo post e quelli di wonder e piattini incrociati mi state terrorizzando!!! @_@

    ma come si fa così a restare anche un po’ moglie, un po’ acrobata, un po’ gattamorta, un po’ solitaria ma anche ricevente di coccole esclusive???

    non ditemi che con la vecchia caia ho chiuso, perchè ci sono affezionata…

  • Wonderland

    Bravaaa ti sei fatta il dominio! 🙂
    Farò di tutto per essere a Milano giovedi… tu ci sarai?

  • Extramamma

    Per le vittime del lettone; Piattini, Rossana e Lemoni sfrattata: grazie della complicità.
    @Caia
    Hai ancora tante illusioni ragazza!
    @Wonder
    Ci sarò anch’io così ci conosciamo 🙂

  • emily

    io co questa sotia di “tutti insieme appassionatamente nel lettone” devo ancora farci i conti.
    con la figlia nn ci siamo posti il problema, è sempre stata talmente autonoma che nn si è mai sognata di venre nel lettone, ma il piccolo avrebbe a tendenza a trasferirsi nei periodi di assenza del padre.
    ma io nn mi sento a mio agio, lo dico sinceramente.
    forse xkè il letto è un simbolo di intimità con mio marito.
    o forse xkè nn ci sono mai andata dai miei.
    però nn mi sento a mio agio quando sento parlare da amici e parenti di movimenti notturni e scambi di letto. nn so, devo ancora rifletterci

  • mammamanga

    Mio figlio dorme nel suo lettino da quando aveva tre anni.
    L’anno scorso mio marito è andato a lavorare fuori dall’isola, lasciandoci da soli per un po’. Io ho lasciato che mio figlio venisse nel lettone, più che altro per compagnia…però quando mio marito è tornato ed il pargolo è ritornato nel suo lettino, abbiamo passato alcuni mesi di insonnia; lui aveva gli incubi e non riusciva a dormire…e neanche noi.
    Meno male che è passata!
    😀
    Ciao
    Sara

  • Pimpa3

    Io ci sono venuta a “Fà la cosa giusta”: siamo partiti tutti (io mio marito e le 3 nane) alle 7 e siamo rincasati alle 24 ma ne valeva davvero la pena!!!
    Ho visitato anche lo stand di mammarsupio.
    Grazie per la segnalazione 😉

  • alleg67

    bellssimo post!!
    purtroppo succede anche a me di andarmene perché il letto, anche se enorme, per tre é diventato piccolo, unica scusante che succede, ma non sempre, cosi’ ogni tanto prendo il mio cuscino e migro nell stanza di mia figlia, aleno dormo tranquilla.. chissà quando passerà “questa paura di non so cosa” …
    pero’ il rituale del risveglio quello é sacro, coccole e bacietti, sono indispensabili per incominciare bene la giornata!! 🙂

  • Extramamma

    @Pimpa3
    Sono contenta di esserti stata utile.
    @Mammamanga
    E’ vero il lettone ha due facce: è piacevole ma anche destabilizzante.
    @Alle
    Anch’io ogni tanto trasmigro e con i pupazzi si sta bene: almeno non russano 🙂