Ancora sulla pubblicità

Un post brevissimo sempre sul tema pubblicitario. Sui rischi della pubblicità. 

Una storia che mi ha molto divertito.

Qual è il momento di massima esposizione mediatica negli Usa? Il momento più pagato dagli addetti ai lavori? Il SuperBowl, l’evento sportivo più amato e seguito dai tifosi yankee di football americano. Per un errore tecnico della rete Comcast, a Tucson in Arizona al momento dello stacco pubblicitario sono andati in onda invece 30 secondi di un pornazzo. Come appunto racconta questo blog. Migliaia le telefonate di protesta e forse anche qualcuna di apprezzamento?

7 comments

  • Anonymous

    Hahaha, bellissima questa… se non fosse che probabilmente davanti alla TV c’erano anche migliaia di minori :-/
    Mi chiedo come reagirei se dovvesse capitarmi una cosa simile in presenza dei bimbi… terribile! Ciao Pat, Gio

  • emily

    miticooooooo però che imbarazzo…

  • Renata

    Non conosco la realtà USA ma mi domando se fosse successo in Italia? Per una settimana ci saremmo assorbiti Porta a Porta, Matrix, TV Talk e via di seguito a parlare per ore con tanto di esperti. Anzi in Italia avrei avuto ben pochi dubbi sulla casualità dell’accaduto.

  • Rossana

    Argh.

    Però, se vogliamo proprio guardare bene, anche in Italia, a una certa ora (magari anche le 22 o prima), passano su reti minori pubblicità, o filmetti, o spot di telefoni a pagamento in cui compaiono donne nude. Ok, non sono porno. Però mi è capitato l’altra sera di guardare la tv con Luna arrotolata su di me, e girando canale, di trovarmi di fronte un paio di mega tettone che sospiravano.
    Voglio dire, non è piacevole neanche questo.

    P.s. Certo, io potrei metterla a letto prima, ma si trattava di un’eccezione.

  • M di MS

    Non so perchè, ma io ho subito pensato che l’avessero fatto apposta per fare pubblicità al network.

  • alleg67

    chissà, magari come dice m di ms, é stata una trovata per fare pubblcità non ci giurerei che é successo per caso!! 🙂

  • Extramamma

    Sì, sì, avete ragione in Italia l’avrebbero fatto apposta per fare poi anche tutti gli approfondimenti di cui parla Renata. E come dice anche Rossana comunque ci stiamo arrivando nudi e pseudo amplessi ci sono già, anche nella fascia protetta.