London Calling 3

Ultima puntata…
I musei a Londra sono gratis, hanno attività didattiche per i bambini e dei meravigliosi negozi dove si comprano cose divertenti e intelligenti. Quindi anche questa volta siamo andati a visitare Science Museum e Natural History Museum, si trovano entrambi a South Kensington. Emma era particolarmente recettiva ed eccitata: faceva quindicimila domande al minuto, tutte al papà che (thanks God) è l’esperto sia di scienze che di antropologia. Quesiti che spaziavano dal Lem, modulo di allunaggio del razzo ai crimini di Jack lo squartatore. Quindi mentre mio marito era provatissimo per me sono state visite spensierate. A livello di catering a Londra sono migliorati parecchio, mentre vent’anni fa allo zoo avevo mangiato una fetida mince-pie, tortina di carne, probabilmente ripiena di ragout di pipistrello andato a male, ora nei buffet dei ristoranti per famiglie nei vari musei è un trionfo di insalatine, piatti esostici e frutta buona, meglio che quella di Milano (non è difficile). E anche le confezioni sono accattivanti: per i bambini ci sono i lunch box colorati con disegni di dinosauri &co. Abbiamo anche fatto una puntatina nell’East End, da me pubblicizzata alle bambine come la vera Londra, dove si parla cockney, l’accento inconfondibile della working class. Ovviamente non è più così e al mercato dei fiori di Columbia Road, in zona Shoreditch, era pienissimo di turisti italiani.

One comment