Ansia e questioni immobiliari


Oggi ho scoperto la vera casa dei Simpson, si trova a Henderson nel Nevada, è stata costruita da un architetto americano, che dopo essersi sparato cento puntate della saga della strampalatissima famiglia americana ha deciso di ricreare la dimora dei suoi eroi. Mi sono quasi commossa, anche perchè vorrei come prossimo presidente Usa, invece di Obama o Hillary, Matt Groeing, il geniale creatore dei Simpson. In questo sito si possono vedere diverse stanze della dimora Simpson. Ultimamente sono particolarmente sensibile alle questioni immobiliari perchè di recente abbiamo acquistato un appartamento, stiamo svenandoci per ristrutturarlo e presto ci attenderà l’enensimo trasloco. Però purtroppo diversamente da Marge e Homer, che hanno offerto a Bart e Lisa due camerette separate, noi siamo genitori peggiori di loro e rimettiamo Emma e Anita a dormire assieme. Avere due pargoli dello stesso sesso facilita la vita : si riciclano i vestiti, i modelli educativi e si pensa di risparmiare anche in metri quadri perchè fratellini e sorelline saranno contenti di dormire assieme ad aeternum. Però non è così, viene un momento, prima di quanto si pensi, che le dichiarazioni di insofferenza e di ostilità culminano nel classico: “Quando avrò la mia cameretta senza di lei/lui?”. La risposta immediata che sale alle labbra potrebbe essere spiacevole, perciò si tende a tergivisare e a mantenersi nel vago. Ho un’amica, mamma di due maschi, anche lei assillata dallo stesso dubbio, anche lei convinta di essere una mamma imperfetta e inadeguata perchè scarsa nei metri quadrati. Ma l’altro giorno siamo uscite dal tunnel di questa ansia immobiliare: ha parlato con un’altra amica, esperta di camerette condivise e angosce materne, che l’ha rassicurata. Si tratta di un falso problema. Le dichiarazioni di insofferenza riguardo la condivisione degli spazi sono soprattutto una tappa di crescita, frutto di una ricerca di autonomia. In verità i fratelli sono contenti di dormire vicini, e anzi alcuni dopo aver conquistato una stanza tutta per loro, rimpiangevano la vecchia complicità e sono tornati indietro a dormire tra i pezzi di Lego sparsi ovunque dal fratello minore. E’ una gran bella notizia: mi fa tirare un sospiro di sollievo. Non siamo mica tutti come Angelina Jolie, che in attesa dei due prossimi gemelli, ha acquistato con Brad, Neverland da Michael Jackson così i bambini avranno abbastanza spazio.