E’ sparito Sky

Purtroppo il nostro soggiorno si è concluso con una brutta sorpresa. Il piccolo Sky, ranocchio di pelouche verde di circa 15 centimetri, compagno di nanna di Emma è misteriosamente scomparso. Proprio l’ultima sera della vacanza. Una coincidenza?
L’ipotesi più verosimile è che sia rimasto in mezzo alle lenzuola e trasportato inavvertitamente alla lavanderia dell’albergo. Circolano anche voci che abbia preferito fare come il leprotto Felix
e prendersi una vacanza in autonomia.

blue-iguana

Nella natura della Guadalupa gli incontri con gli animali non sono mancati: al Parco Nazionale, una vera giungla tropicale, ci sono pappagalli, colibrì e anche procioni. Poi, per caso, abbiamo visto un iguana verde nel giardino dell’albergo. Quelli blu invece preferiscono stare appollaiati sugli alberi. Nell’hotel di fianco, dove andiamo a mangiare un panino per pranzo, c’era una signora che urlava perchè le era appena caduto sul lettino dove stava abbronzandosi proprio un bell’esemplare blu. Pensava fosse un gatto…

In spiaggia abbiamo ammirato il nuoto, il volo e la pesca dei pellicani in riva al mare. E anche letto sul quotidiano locale (France-Antilles) di una simpatica gara di piccioni viaggiatori. Sono partiti in 145 da Bouilonne e sono arrivati solo in 45. Il primo classificato si chiama Aurélien, nome ora molto alla moda, perchè si chiama così anche il figlio di Carla Bruni.

Oggi abbiamo assaggiato la polpa di canna da zucchero. Ci è stata gentilmente offerta, sotto forma di bastoncino, dal taxista che ci ha condotto all’aeroporto. Basta masticarla con vigore tra i molari per estrarne un succo dolcissimo. Chupa-chup dei Caraibi?

Comunque lasciamo l’isola con un po’ di timore, perchè secondo un altro articolo del France-Antilles nel 2008 sono attesi in Guadalupa ben sette uragani. Spero pecchino di eccessivo allarmismo.